“Lampedusa sùsiti”: Claudio Baglioni ed altri artisti per la solidarietà

Lampedusa susiti – “Sùsiti”, ovvero “alzati”. Un evento, quello organizzato a partire da giorno 2 giugno, che ha visto alternarsi nell’isola artisti di grande fama. La manifestazione si concluderà oggi, l’intento è quello di riportare lustro e visibilità a questo scorcio di mediterraneo dopo “l’abbandono di circa due mesi al suo destino da parte del governo e dell’Europa“, denunciato dal sindaco dell’isola Bernardino De Rubeis. Membri della nazionale cantanti hanno ieri animato l’isola di Lampedusa con un concerto di quasi 5 ore.

Grandi artisti – Sul palco, montato a Cala Pisana,teatro nei mesi scorsi di innumerevoli sbarchi di immigrati nordafricani si sono alternati artisti di fama nazionale e mondiale. In primis Claudio Baglioni, quindi Enrico Ruggeri, Luca Barbarossa, Marco Masini, Paolo Vallesi, Povia, Paolo Meneguzzi, Giò Di Tonno, Riccardo Fogli, Davide De Marinis, Sonhora, Davide Mogavero, Paolo Mengoli, Sandro Giacobbe. E sono solo alcuni nomi degli artisti che nella giornata di ieri hanno calcato il palco lampedusano per una piccola maratona di cinque ore. Tra le altre cose, sono state premiate con una targa le associazioni umanitarie presenti sull’isola.

Musica e polemica – Baglioni ha voluto aprire il concerto, che si è svolto davanti a 5.000 persone, intonando significativamente le note dell’inno di Mameli solo con voce e chitarra. Il gran finale invece è stato caratterizzato dalle note di “Volare”, con cui Baglioni e il cast hanno voluto omaggiare Domenico Modugno, lampedusano d’adozione anche lui. Non è mancata neanche una piccola polemica, sollevata dalla vicesindaco Maraventano che ha ripreso a distanza Luca Barbarossa per aver espresso perplessità sulla gestione dell’emergenza a Lampedusa da parte del governo. Tutto però è presto rientrato nella normalità, grazie anche al buon senso e all’intervento del sindaco che ha difeso il cantante e il suo pensiero. Nel frattempo le agenzie di viaggio stanno praticando forti sconti per il mese di giugno, per favorire l’afflusso di turisti nell’isola.

Rosario Amico