Yara Gambirasio: nuove tracce genetiche sulla maglietta, confronti col Dna sugli slip

Dna maschile sulla T-shirt di Yara. Emergono nuove tracce di Dna maschile sugli abiti di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate di Sopra il cui corpo senza vita è stato ritrovato circa tre mesi fa in un campo di Chignolo d’Isola. Secondo quanto riferisce ‘L’Eco di Bergamo‘, tracce genetiche sconosciute ed estranee alla vittima sarebbero state scoperte in laboratorio anche sulla T-shirt che la ragazza indossava quando fu rapita e uccisa, precisamente nella parte interna del colletto della maglietta.

Lo stesso Dna trovato sugli slip? Gli investigatori, quindi, sarebbero alle prese con quattro tracce genetiche, come riferito dallo stesso quotidiano: “I Dna maschile e femminile trovati quasi subito su due dita di un guanto della tredicenne e i due profili maschili isolati successivamente sugli slip e sulla maglietta“. Ma non basta: “Secondo le poche informazioni trapelate, il Dna che sarebbe stato isolato sulla maglietta – continua ‘L’Eco di Bergamo’ – apparterrebbe a una persona di sesso maschile e di razza bianca“. Gli investigatori dovranno appurare adesso se le nuove tracce trovate sulla maglietta della ragazza siano le stesse di quelle già trovate precedentemente sugli slip. A tal proposito, il giornale spiega che nulla “è trapelato circa il Dna trovato sugli slip, del quale si sa solo che è stato isolato a partire da una macchia, la cui natura però non è stata precisata”.

R. E.