Siria: arrestata blogger gay Amina Arraf

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:58

Amina Arraf arrestata a Damasco. E’ stata arrestata nella capitale siriana da agenti della polizia segreta e condotta in un luogo sconosciuto Amina Arraf, la celebre blogger omosessuale curatrice di ‘A Gay girl in Damascus‘. A denunciarlo è la cugina di Amina, secondo la quale la blogger è stata fermata da tre agenti in borghese armati, che l’hanno costretta a entrare nella loro auto nei pressi della piazza degli Abbasidi di Damasco. “Amina ha colpito uno di loro e ha detto alla sua amica di andare a cercare suo padre. Uno degli uomini allora ha messo la mano sulla bocca di Amina e l’ha trascinata in una Dacia Logan rossa con un adesivo di Basel Assad sul finestrino“, racconta la cugina.

Un volto celebre nella blogosfera. Di padre siriano e madre statunitense, Amina, uno dei nomi più noti della rivolta dei giovani siriani, ha la doppia cittadinanza. Era tornata in Siria nell’estate 2010, dopo aver vissuto a lungo negli States. Sul suo blog, divenuto una delle principali fonti di notizie per la stampa internazionale, raccontava la vita di una ragazza gay in Siria, paese in cui l’omossessualità è considerata un reato.

R. E.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!