Italia-Irlanda 0-2: Andrews e Cox, il Trap castiga gli azzurri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

Italia-Irlanda 0-2 – “Se proprio dovevamo perdere, era giusto farlo contro il Trap“. Cesare Prandelli, alla seconda sconfitta sulla panchina della Nazionale (la prima arrivò all’esordio contro la Costa d’Avorio, anche in quel caso si trattava di un’amichevole), prova a consolarsi così. Gli azzurri escono dallo stadio di Liegi con una prestazione opaca e una brutta sconfitta: l’Irlanda si impone 2-0, merito dei gol di Andrews nel primo tempo e Cox nel finale di gara. “Sono mancate tante cose – dirà il ct azzurro a fine match –, l’intensità e la profondità. L’approccio è stato sbagliato. Dobbiamo riflettere perché in ogni caso si trattava di una partita importante“. Di umore opposto, naturalmente, Trapattoni: “Con il nostro temperamento siamo riusciti a portare a casa il risultato, anche se l’Italia meritava il pareggio. Avevamo assenze importantissime, ci tenevamo a fare bella figura e non perdere. Era un test importante per il carattere di questi altri giovani“.

Andrews-gol, Italia sotto – Come previsto alla vigilia, Prandelli lascia fuori Cassano e parte con la coppia d’attacco formata da Rossi e Pazzini, alle cui spalle agisce Montolivo. La gara inizia su ritmi piuttosto blandi, sono gli azzurri a fare la partita ma senza andare mai alla conclusione. La prima palla gol è così per gli uomini di Trapattoni, che al 13′ sfiorano il gol un diagonale sporco di Long. La risposta dell’Italia arriva al 25′: penetrazione centrale di Marchisio, assist a Pazzini che conclude a lato da posizione defilata. Ancora Italia due minuti dopo: gran botta di Nocerino da fuori e palla che lambisce la traversa. La partita continua ad essere piuttosto soporifera ma al 36′, quasi improvviso, arriva il gol dell’Irlanda: punizione dai 25 metri, Hunt tocca per Andrews che fulmina Viviano con un gran destro nell’angolino. La reazione degli azzurri è sterile, i verdi vanno al riposo in vantaggio di un gol.

Cox chiude i giochi – La ripresa si apre con Matri e Palombo al posto di Giuseppe Rossi e Pirlo. Proprio l’attaccante della Juve si dà un gran da fare, tentando un diagonale sporco su assist di Pazzini al 9′: palla a lato. Gli azzurri provano a spingere, ma i troppi cambi da una parte e dall’altra non aiutano la squadra di Prandelli a trovare il ritmo. Giovinco ci prova su punizione al 33′, ma la palla termina abbondantemente alta. Anche Palombo tenta la botta da fuori, ma il suo destro finisce fuori bersaglio. Nel finale di tempo, sull’ennesimo calcio piazzato per gli azzurri, Giovinco sfiora la traversa con un bel destro a giro. Poi, quando ormai la partita sta per concludersi, arriva il raddoppio dell’Irlanda, che sfrutta al meglio l’unica occasione della ripresa: Hunt parte in azione di contropiede sulla corsia di sinistra, sfrutta uno scivolone di Gamberini e mette dentro dove Cox, tutto solo, deve solo appoggiare in rete. E’ il gol che chiude i giochi.

Pier Francesco Caracciolo

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!