Stress dopo 20 minuti nel traffico, la “musica giusta” come rimedio

Il traffico aumenta lo stress. Aggressività, ansia e stress: bastano solo 20 minuti nel traffico perché gli effetti si facciano sentire in modo pesante sulla salute dei automobilisti.  A farne maggiormente le spese sarebbero gli uomini, sette volte meno abili rispetto alle donne nell’accettare la rabbia e quindi a digerire un ingorgo stradale. Lo conferma una ricerca dell’Istituto britannico ICM Research su commissione della Tom Tom, il popolare produttore di sistemi di navigazione GPS, che è arrivata ad un interessante risultato: ha stilato la classifica dei brani musicali che aiutano a distendere i nervi per sopportare meglio le ore di blocco nel traffico (l’85% degli italiani ricorre al potere calmante della musica).

Uomini 7 volte più stressati delle donne. La ricerca ha coinvolto 9.865 persone tra i 18 e i 64 anni in 11 Paesi e si è svolta in due fasi successive. Prima di tutto, sono stati condotti dei test medici su un gruppo di automobilisti (divisi equamente tra maschi e femmine) per verificare sul campo l’effetto del traffico sul livello di stress. Analizzando degli indicatori dello stress presenti nella saliva, lo psicologo David Moxon ha verificato come siano sufficienti 20 minuti ad alterarne i livelli. L’indagine, pubblicata dall’Asaps, rivela che nel traffico gli uomini raggiungono un livello di stress sette volte superiore a quello delle donne. “I maschi mostrano la tipica risposta “attacca o fuggi” e il fatto che non siano coscienti di tale atteggiamento, e che non riescano a controllarlo, potrebbe avere effetti particolarmente negativi su coloro che regolarmente passano diverso tempo in auto”, dice uno dei responsabili della ricerca. Ad esserne consapevoli poi sono soltanto un maschio su due e soltanto una donna su tre (33%).

I brani “salva nervi”. I brani musicali che secondo i ricercatori inglesi hanno la dote di combattere lo stress al volante sono: “I want to break free” dei Queen; “Take it easy” degli Eagles; “Highway to hell” degli AC/DC; “Drive my car” dei Beatles e “On the road again” di Willie Nelson. Lo stress da traffico produce l’innalzamento della pressione, del tasso glicemico e in generale una diminuzione delle funzioni immunitarie. I sintomi sono invece comprendono vertigini, difficoltà respiratorie, dolori muscolari e all’addome, nonché una riduzione delle capacità di guida.

Adriana Ruggeri