Calciomercato Catania: a breve l’annuncio di Montella. Maxi-scambio con la Samp?

Calciomercato Catania. Iniziano a delinearsi le prime mosse di mercato del Catania del presidente Antonino Pulvirenti e dell’Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco. La squadra etnea avrebbe deciso infatti di affidarsi a Vincenzo Montella, che a breve dovrebbe essere annunciato come il prossimo allenatore della formazione rossazzurra. Sul fronte delle trattative di mercato si fanno invece sempre più insistenti le voci che parlano di un maxi-scambio con la Sampdoria, che potrebbe aprire le porte ad un trasferimento nella Genova blucerchiata di Fabio Sciacca, Takayuki Morimoto ed Adrian Ricchiuti, e ad un approdo alle pendici dell’Etna di Fernando Tissone e Nicola Pozzi.

Montella vicino all’accordo – Il toto-allenatore in casa Catania sta per essere sciolto. La formazione etnea avrebbe deciso di affidarsi a Vincenzo Montella, che nelle prossime ore potrebbe essere presentato alla stampa come nuovo tecnico del Catania. Montella prenderebbe il posto di Diego Simeone che, dopo aver guidato la squadra etnea ad una tranquilla salvezza nell’ultimo campionato di A, ha deciso di lasciare la Sicilia. Montella invece ha guidato la Roma negli ultimi mesi della stagione 2010/2011, portando la sua squadra ad un dignitoso 6° posto in classifica, che gli ha permesso di centrare la qualificazione alla prossima Europa League.  

In arrivo asse di mercato con la Samp? – Una volta annunciato il nuovo allenatore, il Catania si tufferà sul mercato, per portare a termine qualche acquisto. Nelle ultime ore alcuni addetti ai lavori hanno parlato della creazione di un asse di mercato con la Sampdoria, che potrebbe portare ad un maxi-scambio. I rossazzurri potrebbero cedere pertanto Sciacca, Morimoto e Ricchiuti ai blucerchiati, per ricevere in cambio Tissone e Pozzi. Tissone e Pozzi sarebbero infatti due ottimi rinforzi per il 4-2-3-1 che Montella ha in mente d’impiantare a Catania, mentre Sciacca, Morimoto e Ricchiuti ritroverebbero a Genova l’ex-tecnico etneo Atzori.

Simone Lo Iacono