Borghezio picchiato a St.Moriz: cercava di entrare al Club Bilderberg

Borghezio picchiato Bilderberg. L’Europarlamentare Mauro Borghezio, stando a quanto riferito da lui stesso, sarebbe stato vittima di una vera e propria aggressione da parte degli uomini della sicurezza del Suvretta House, un esclusivo albergo di St.Moritz, in Svizzera. Stando all’agenzia Ats, la struttura starebbe attualmente ospitando la “conferenza segreta” del Club Bilderberg. Il nome sarebbe mutuato dal primo Hotel olandese in cui i protagonisti del tempo si sarebbero riuniti. A questo incontro infatti, parteciperebbero annualmente i più importanti personaggi della politica e dell’economia mondiale. Una “tradizione” che a quanto pare dura dal 1954.

L’episodio. Mario Borghezio, leghista di ferro, avrebbe tentato di entrare nell’esclusivo club, identificandosi  e mostrando la tessera di Europarlamentare. Il documento non sarebbe però valso a nulla davanti alla security dell’Hotel: “Sono stato assistito dalla polizia elvetica – ha spiegato Borghezio all’Ansa – ma il trattamento subito dalla sicurezza dell’incontro è stato brutale. Ho intenzione di presentare una denuncia”. Gli agenti svizzeri avrebbero anche perquisito l’auto del politico italiano, senza chiaramente trovare nulla di sospetto. “è una società segreta, come pensano in tanti – ha poi aggiunto il leghista – di cui meno si sa e meglio è”. Poco più di un centinaio i partecipanti, che l’Europarlamentare pare chiami “i padroni del mondo”, in quanto durante la riunione del Bilderberg, a suo dire, si prenderebbero decisioni importanti sul futuro dell’intero pianeta. Lui avrebbe cercato di entrare, non è chiaro se per curiosità o altro,  ma sarebbe stato strattonato e spintonato dagli addetti alla sicurezza, per poi essere accompagnato fuori col naso sanguinante.

A.S.