SBK, Misano appuntamento cruciale per il titolo

SBK, tappa Misano – Oltre al motomondiale e alla Formula uno, anche la Superbike questo fine settimana riaccenderà i motori per il sesto round stagionale a Misano. Un appuntamento davvero importante sia per scenografia e pubblico che per le stesse sorti di questa stagione 2011. Carlos Checa e la sua Ducati infatti continuano a dominare la classifica iridata e si presentano qui davvero fiduciosi e concentrati: “Misano e’ una buona pista per noi, spiega il pilota spagnolo: “Abbiamo fatto dei test qui e siamo riusciti a migliorare la moto, quindi mi sento molto fiducioso per questo weekend. Sara’ una gara sicuramente molto combattuta” L’attuale leader infatti è perfettamente conscio della voglia di rivalsa dei suoi diretti avversari.

Il campione ferito – In primis Max Biaggi, uscito dall’appuntamento americano ferito ma non per questo arreso: ” Purtroppo sono tornato con una gara in meno e parecchie botte. La moto di Rea dopo la caduta mi ha colpito duramente, sono riuscito a concludere Gara 2 ma a fine giornata ero davvero distrutto. Nonostante questo ho voglia di fare bene a Misano, una pista che mi piace e sulla quale abbiamo girato molto essendo la nostra test track per il 2011. Ripetere la doppietta dello scorso anno sarà difficile ma un risultato positivo sarebbe davvero importante per il nostro campionato. Il supporto dei tanti tifosi italiani mi aiuterà sicuramente a dimenticare gli acciacchi” Qui l’Aprilia si è sempre dimostrata competitiva e le possibilità per cogliere la prima vittoria stagionale vi sono tutte.

Pista di casa – Infine non bisogna dimenticare anche Marco Melandri, finalmente alle prese con un circuito conosciuto e sopratutto amico: “Sono felice di correre qui. E’ davvero vicino a casa mia, è un tracciato che mi piace e che conosco davvero bene. Penso che è perfetto per superare le difficoltà incontrate negli Stati Uniti, e poterle lasciare dietro le spalle. Sia io che la squadra abbiamo avuto la possibilità di trovare una soluzione ai problemi riscontrati a Miller, e sono abbastanza sicuro che stiamo andando nella direzione giusta. Non vedo l’ora di provare la mia Yamaha R1, spero al massimo delle sue potenzialità questo fine settimana” La sfida è ufficialmente lanciata. I due italiani faranno davvero di tutto per tenere ancora aperta questa entusiasmante sfida a tre. Per la gioia di tutti gli appassionati.

Riccardo Cangini