Europride 2011: a Roma è il giorno di Lady Gaga

Europride 2011: Lady Gaga a Roma. E’ finalmente arrivata la giornata clou dell’Europride di Roma. Si terrà oggi la sfilata per le strade della capitale, la ‘Big Parade‘ che alle 17 partirà da Piazza dei Cinquecento e si snoderà lungo il centro di Roma, da via Cavour all’Esquilino, passando per i Fori Imperiali e il Colosseo, sino a raggiungere intorno alle 20 il Circo Massimo. Sono più di novanta i pullman organizzati da Arcigay in arrivo nella capitale, circa 40 i carri iscritti alla parata, oltre mezzo milione i partecipanti previsti. Ma sarà Lady Gaga l’ospite d’onore della serata.

Ancora incertezze sul programma. La controversa e trasgressiva popstar salirà intorno alle 21 sul palco dell’evento internazionale dell’orgoglio lgbt (lesbian, gay, bisexual, transgender) per tenere un discorso in difesa dei diritti degli omosessuali, con attesi precisi riferimenti alla situazione italiana. Previsto un intervento di trenta minuti, “a titolo completamente gratuito”, hanno precisato gli organizzatori. Non si sa ancora se la popstar terrà un piccolo concerto o se si esibirà con l’ultimo singolo ‘Born this way‘, sorta di inno per le diversità.

L’ira dei cattolici. L’unico dato certo al momento è l’ondata di polemiche suscitata nel mondo politico cattolico dalla partecipazione all’evento di Stefani Joanne Angelina Germanotta, questo il nome all’anagrafe della cantante. A dirsi preoccupato del potenziale “blasfemo” della cantante è stato ieri il vicepresidente della Camera Rocco Buttiglione, il quale ha puntato il dito contro il nuovo successo di lady Germanotta, quel ‘Judas‘ in cui Lady Gaga, nei panni di una moderna Maria Maddalena, è attratta da Giuda anzichè da Gesù e canta: “Quando viene da me, sono pronta. Gli laverò i piedi con i miei capelli se ne avesse bisogno”. “Il mondo gay non si sente rappresentato da chi gira dei video offendendo Gesù. Milioni di lesbiche e omosessuali non si riconoscono in chi attacca il Papa e le istituzioni. Se Lady Gaga sabato dovesse rivolgere, dal pulpito del suo ‘comizio’, attacchi al Santo Padre o alla Chiesa Cattolica, milioni di gay moderati non si riconoscerebbero in quelle frasi”, ha rimarcato Buttiglione. Secondo l’ultracattolica parlamentare dell’Udc Paola Binetti, “tenere a Roma l’EuroPride impone dei vincoli ulteriori, quelli del rispetto dell’ambiente. Non c’è solo Roma capitale, ma c’è anche la percezione di Roma come Caput Mundi, a partire dai propri valori religiosi, dal proprio senso del cattolicesimo”. Ma intanto, a Roma, i fan di Lady Gaga sono già in delirio e di sicuro questa sera sul palco dell’Europride non mancherà lo spettacolo.

R. E.