F1, Canada: pole di Vettel tallonato dal duo Ferrari. Quinto Hamilton

F1, pole Canada – La gara del Montreal è certamente una delle (poche) gare cerchiate in rosso nel calendario Red Bull. L’assenza completa di curvoni veloci e i lunghi rettilinei non si sposano molto bene con la monoposto blu, progettata per creare tantissima deportanza a discapito della velocità di punta. Eppure la pole position porta ancora la firma di Sebastian Vettel, in grado di segnare il giro veloce e perfetto nel momento più delicato della sessione, spezzando le speranze dei ferraristi di interrompere il dominio della squadra austriaca. Il campione del mondo in carica non ha mai perso la concentrazione, sfruttando tutto il potenziale della sua vettura e arginando il prepotente ritorno della Ferrari.

Ritorno Ferrari – E’ il secondo e terzo posto di Alonso e Massa la piacevole novità del Canada, finalmente sorridenti e fiduciosi in vista della gara di domani dopo i difficilissimi momenti dei Gp precedenti. La 150° Italia non può tenere il passo dei migliori nei circuiti ad alto carico aerodinamico, ma quando invece sono potenza trazione, motore ed efficenza meccanica i valori più importanti per la prestazione finale, allora la rossa di Maranello ritorna a solcare le posizioni di testa. Inoltre le mescole soft e super-soft della Pirelli non hanno riservato cattive sorprese, lavorando molto bene nonostante la temperatura dell’asfalto sia stata più bassa rispetto a quanto previsto inizialmente. Sebastian quindi parte favorito, ma per la prima volta il cavallino può combattere ad armi pari.

Mclaren delude – Mark Webber (4°) pare non essere più in grado di viaggiare sui livelli del compagno di squadra. Anche qui l’australiano è parso molto meno brillante ed incisivo rispetto al biondino tedesco, penalizzato però da un problema al Kers che gli ha fatto saltare completamente il turno di libere del sabato mattina. Mclaren in affanno con Hamilton quinto e Button addirittura settimo. Le frecce cromate pagavano molto in termini di velocità massima, ad indicare un set-up generale non proprio azzeccato. Mercedes e Renault chiudono la top ten con Schumacher (8°) ancora una volta dietro a Rosberg (6°). Domenica è prevista pioggia, un ulteriore fattore in grado di rendere questo appuntamento sempre più incerto ed emozionante. A seguire la griglia di partenza: 1)Sebastian Vettel 2)Fernando Alonso 3)Felipe Massa 4)Mark Webber 5)Lewis Hamilton 6)Nico Rosberg 7)Jenson Button 8)Michael Schumacher 9)Nick Heidfeld 10)Vitaly Petrov  11)Paul di Resta 12)Pastor Maldonado 13)Kamui Kobayashi 14)Adrian Sutil 15)Sebastien Buemi 16)Rubens Barrichello 17)Pedro de la Rosa 18)Jaime Alguersuari 19)Jarno Trulli 20)Heikki Kovalainen 21)Vitantonio Liuzzi 22)Timo Glock 23)Narain Karthikeyan 24)Jerome d’Ambrosio

Riccardo Cangini