Francavilla Fontana: grave incidente stradale, muore l’atleta Cosimo Caliandro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:01

Morto in un incidente stradale l’atleta Cosimo Caliandro. E’ morto ieri pomeriggio, in un tragico incidente stradale nella sua Francavilla Fontana, il 29enne mezzofondista delle Fiamme Gialle e della nazionale italiana di atletica leggera Cosimo Caliandro. Sulle dinamiche del sinistro stanno indagando i carabinieri della locale compagnia. L’atleta era a bordo della sua motocicletta, quando si è scontrato con un auto in via Pio La Torre nella zona 167 del Comune in provincia di Brindisi.

La carriera. Caliandro, finanziere scelto, si era messo in luce sin da giovanissimo, sia da cadetto che da allievo, categoria in cui stabilì, nel 1999, un grandissimo e tuttora imbattuto primato nazionale in 3.45.62, togliendolo ad un altro grande dello sport azzurro come Stefano Mei. Vinse dunque i campionati Europei junior di Grosseto nel 2001, ma fu nel 2007 che arrivò la vittoria più importante, quella agli Europei Indoor di Londra, con la medaglia d’oro nei 3000 metri al termine di una entusiasmante volata rimasta negli occhi degli appassionati di atletica. Per problemi legati ad un infortunio non era, invece, riuscito a partecipare alle Olimpiadi di Pechino. Negli ultimi tempi si era cimentato anche in gare più lunghe, come le mezze maratone.

Francavilla Fontana, città di corridori. Il Comune in provincia di Brindisi è anche la patria di due maratoneti di prim’ordine, Giacomo Leone e Ottavio Andriani. Sino alla sera del 12 settembre 1994, la città poteva vantare anche un altro maratoneta di grandi prospettive, Antonio Andriani, il fratello gemello di Ottavio scomparso in mare dopo essere caduto, forse per un colpo di sonno, dalla testata della Diga di Punta Riso a Brindisi. Motociclismo e pesca, due hobby fatali per due leggende dell’atletica italiana.

Raffaele Emiliano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!