Referendum, alle 19 affluenza intorno al 29% (dati provvisori)

Referendum: alle 19 affluenza intorno al 29%. L’affluenza alle urne per i quattro quesiti referendari, alle ore 19, si colloca intorno al 29%. Lo si rileva dal sito del Ministero dell’Interno, che comunica anche il nuovo dato sul corpo elettorale interessato dai referendum di oggi e domani: per quanto riguarda il territorio nazionale il numero è 47.118.352 (22.604.349 maschi e 24.514.003 femmine). Per quanto riguarda l’estero il corpo elettorale è composto da 3.300.496 persone. Complessivamente, dunque, sommando l’Italia più l’estero, il corpo elettorale è composto da 50.418.848 persone. Le sezioni sono invece 61.599.

Affluenza per ogni singolo referendum. E’ stata del 29,07% (3.928   comuni su 8.092) l’affluenza alle ore 19 in Italia per il quesito referendario n. 1, con cui si chiede l’abrogazione di norme relative alle modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. Ha votato, invece, il 28,86% (3.833  comuni su 8.092) per il quesito referendario n. 2, con cui si chiede l’abrogazione parziale della norma per la determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. E’ stata de 28,31% (3.617  comuni su 8.092) l’affluenza alle ore 19 in Italia per il quesito referendario n. 3, con cui si chiede l’abrogazione parziale di norme relative a nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Infine, sempre alle 19, ha votato il 28,41% (3.539  comuni su 8.092) degli aventi diritto in Italia per il quesito referendario n. 4, con cui si chiede l’abrogazione di norme in materia di legittimo impedimento del presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale. Lo si rileva dal sito del Viminale.

Prima affluenza a 2 cifre, sempre quorum. Qualunque sia stato il quesito referendario ed il tipo di referendum, la consultazione degli archivi del Viminale dice che quando la prima rilevazione dell’affluenza alle urne è stata a due cifre, come nel caso di oggi, si è sempre raggiunto il quorum. Che si sia votato in un solo giorno o in due giorni; che sia andati alle urne solo in Italia o che sia stata data opportunità anche agli italiani all’estero; che la prima rilevazione sia stata fatta alle ore 11 o alle 12, il dato finale è rimasto omogeneo: il quorum è stato sempre superato.  A riportare la curiosità è l’agenzia Ansa.