Referendum: Quorum raggiunto, 57,01%. Gli Italiani bocciano il governo

Referendum – Quorum raggiunto. Oltre il 57% dei voti. La linea del governo sul nucleare, sull’acqua e sulla giustizia viene bocciata dagli Italiani.

I dati – Quando mancano meno di mille Comuni all’appello, la percentuale di votanti è salita poco sopra il 57%.
Tutti e quattro i quesiti hanno raggiunto il quorum.
Intanto si procede con lo spoglio dei voti.
Per quanto riguarda il primo quesito sull’acqua, in 2815 sezioni su 61599 la percentuale di sì è al 95,42% mentre il no è al 4,58%.
Per il secondo quesito sull’acqua in 838 sezioni la percentuale è del 95,59%. Per il nucleare 94,18% in 318 sezioni mentre per il legittimo impedimento la percentuale su 181 sezioni è al 94,77% dei sì.

La difficile sfida del quorum – Il raggiungimento del quorum era una sfida difficile ma non impossibile secondo i promotori dei referendum. Il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro parlava di “un’enorme montagna da scalare”.
Era difficile soprattutto perché il governo era orientato verso l’astensione, con Berlusconi e Bossi che invitavano a non votare dei “referendum assolutamente inutili”. Anche se all’interno dei partiti c’è chi ha espresso pubblicamente il proprio voto, come il governatore del Veneto Zaia, che ha dichiarato di “aver votato domenica e aver votato 4 sì”.
La Rai che, richiamata più volte dall’Agcom per assenza di informazioni sui quesiti, prima dava notizia di date errate, poi invitava tutti ad “organizzarsi una giornata al mare”, anche se non sono mancate trasmissioni di approfondimento, con interventi popolari come quello di Celentano o Beppe Grillo ad Annozero.
Ma è stato soprattutto grazie al tam tam della rete, dei forum, dei social network e il passaparola a portare gli Italiani alle urne che dunque hanno risposto “picche” al governo, prima andando a votare, poi bocciando i quattro quesiti.
Era da molto tempo che in Italia non veniva raggiunto il quorum, l’ultima consultazione referendaria a cui ha partecipato più del 50% degli aventi diritto è stato nel 1995.