E’ nata Rosita, la mucca che produrrà latte umano

Mucca Rosita latte umano. C’è chi pensa siano conquiste fino a poco tempo fa impensabili della scienza, c’è chi invece in alcune branche della biotecnologia vede un’intrusione inaccettabile nei progetti di madre natura. Fatto sta che, il sei aprile scorso, in Argentina è nata Rosita ISA, la prima mucca transgenica, che, secondo gli scienziati, da grande sarà in grado di produrre latte in tutto e per tutto simile a quello umano. Per far nascere Rosita è stato necessario un parto cesareo, in quanto da appena nata pesava 45 kg, un vitellino normale pesa circa la metà.

Proteine umane nel latte di mucca. I ricercatori hanno spiegato di aver inserito nel latte bovino il lisozima e la lattoferrina, entrambi sono degli antibatterici, la seconda è anche un anti-virale, a quanto pare soprattutto per i neonati. Lo scopo, secondo quanto riporta AdnKronos, che cita il ricercatore Adrian Mutto, sarebbe quello di “aumentare il valore nutrizionale del latte bovino”, ma l’esperimento congiunto tra l’Institute of AgroBusiness Technology e l’università nazionale di San Martin ha lasciato un’inevitabile scia di polemiche.

La posizione della LAV: secondo Michela Kuan, responsabile della Lega Anti Vivisezione e biologa, i problemi al posto di diminuire potrebbero aumentare. La Kuan parla infatti di questioni legate “ai primi giorni di allattamento” e di  “trasferimento della barriera anticorpale tra madre e figlio – che –  non sarebbe ovviato; anzi – conclude – si introdurrebbero problemi di possibili virus silenziosi ed effetti indesiderati non preventivati”. La Lega Anti Vivisezione ha poi ricordato come negli ultimi anni i vari esperimenti di clonazione animale siano stati perlopiù fallimentari, provocando inutilmente la morte di molti animali.

300 mucche transgeniche in Cina. Secondo quanto riportato dall’Ansa, i ricercatori della Chinàs Agricultural university di Pechino, sarebbero però comunque già in una fase estremamente più avanzata di un analogo esperimento, perlomeno a livello quantitativo. Ci sarebbero infatti 300 mucche transgeniche che producono già adesso latte simile a quello umano e che attualmente sarebbero in fase di monitoraggio.

A.S.