F1, cancellato ufficialmente il Gp del Bahrain 2011

F1, niente Bahrain – Dopo un consiglio mondiale del motorsport, due rinvii e mille polemiche si è finalmente arrivati al capolinea. Il Gp del Bahrain per la stagione 2011 non si farà, decisione ufficiale targata FIA che mette la parola fine a questa incredibile vicenda, in grado di avvelenare il clima sia nel paddock che tra gli stessi tifosi. Le rivolte sociali nel paese aveva portato alla cancellazione della data inizialmente prevista (doveva essere la gara d’apertura), riuscendo però ad ottenere una opzione di rinvio grazie alla pressione di Ecclestone e dei vari organizzatore/sponsor. La questione è stata esaminata dalla Federazione per ben due volte, sino ad arrivare alla riammissione in calendario per il 30 ottobre, spostando la trasferta indiana addirittura l’11 dicembre.

Avvenimenti chiave – Un cambiamento che ha innescato un ferma protesta sia tra i team partecipanti, non disposti in alcun modo a terminare il campionato così tardi, sia tra le varie associazioni umanitarie brave a denunciare una situazione tutt’ora instabile e precaria, in totale contrapposizione a quanto detto dallo stesso governo, segno che si è voluto nascondere la realtà con frettolosi slogan e parole eccessivamente ottimistiche. Persino lo stesso Bernie ha fatto un passo indietro optando per il ritorno solo nel 2012 e non a stagione in corso. Successivamente è arrivato anche un comunicato stampa degli stessi organizzatori, i quali accettavano la scelta della FOTA e del patron del circus, auspicando ad un ritorno in tempi più sereni così da evitare l’insorgere di ulteriore attriti.

Ritorno nel 2012 – La parola è quindi ritornata al Consiglio Mondiale che, tramite una votazione avvenuta via fax e con risultato unanime, ha decretato la definitiva rimozione dell’evento, con il ritorno del Gp in India per il 30 ottobre e il Brasile nuovamente il 27 Novembre come gara conclusiva. Gli appuntamenti iridati quindi restano diciannove e non venti come inizialmente previsto, con il Sakhir già concentrato al suo ritorno previsto per marzo dell’anno prossimo. L’attuale bozza delle gare per la stagione a venire la vede nuovamente come gara d’apertura, occasione che gli arabi non vorranno in alcun modo perdere vista l’importanza mediatica di una gara della massima serie. Sperando che nei prossimi mesi la popolazione del Bahrain possa ritrovare il sorriso e accogliere nuovamente i loro campioni con affetto e spensieratezza.

Riccardo Cangini