A Pomeriggio Cinque le confessioni di Concetta Serrano: Sarah aveva visto qualcosa

Sarah è stata uccisa per questo. Il giallo continua sempre più inquietante e nell’intervista esclusiva rilasciata a Pomeriggio Cinque, ieri 16 giugno 2010, dalla mamma di Sarah, Concetta Serrano, vengono fuori ancora i particolari di ipotesi di chi ha vissuto direttamente il tragico episodio. “Se l’hanno uccisa loro qualcosa di squallido ci sarà nella loro casa nella loro famiglia. Avevo detto cercate nella famiglia perché Sarah usciva sempre con Sabrina, stavano spesso insieme e mi sembrava strano che Sabrina non sapesse niente di quello che è successo”. Per Concetta Sarah avrebbe visto qualcosa in casa Misseri, qualcosa di macabro e squallido e sarebbe stata uccisa proprio per questo…, la gelosia sarebbe un movente troppo debole!

Concetta cerca di ricordare ogni parola, ogni dialogo con la sorella e la nipote, per provare a capire tra le righe cosa volevano effettivamente dire. Come quella volta che Sabrina disse alla zia: l’ho detto alla mamma che l’omicidio perfetto non esiste.

I ricordi di Concetta. Ma i ricordi più dolorosi di Concetta Serrano sono quelli rivolti alla figlia, alla piccola Sarah, sempre sorridente allegra e solare come appare nelle foto era nella vita quotidiana. Il giudizio su Michele Misseri di Concetta è molto lucido: “non lo considero neanche, è un burattino gestito dalla sua famiglia, anche in procura non è più credibili come testimone”. Mentre alla sorella Cosima, alla quale sono rivolte le sue ultime parole, la mamma di Sarah invita a dire tutta la verità perché lei la conosce, è inutile che finge di non sapere la dicesse.

Giustizia umana e giustizia divina. Nell’ intervista di Concetta a Pomeriggio Cinque c’è spazio anche per esprimere tutta la sua insoddisfazione per la  giustizia umana che non potrebbe in alcun caso renderle Sarah, mentre a rendere vera giustizia a Sarah sarà quella proveniente dal Cielo, la giustizia divina.

Caterina Cariello