Usa: Weiner si dimette e riceve un’offerta dal re del porno

Weiner dimesso, offerta dal mondo del porno. Era il più probabile futuro sindaco di New York, Anthony Weiner, deputato democratico fino a pochi giorni fa con una brillante carriera in arrivo. L’invio generalizzato di alcune foto di sue parti “nascoste” pare però aver messo fine alle ambizioni politiche dell’ex membro del congresso. Costernato, Weiner si è dimesso durante una conferenza stampa tenutaasi a Brooklin, dove ha chiesto scusa alla moglie e alla sua famiglia oltre che ai suoi elettori. Il deputato ha inoltre spiegato di “non poter più lavorare a causa delle distrazioni generatesi a causa del suo gesto”,  ed ha quindi preferito dimettersi, così come “consigliato” dallo stesso Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

L’offerta di Larry Flynt. Guru della Flynt managemente che, parole sue, lo pagherà “il 20% in più dello stipendio che aveva come politico”, a dimostrazione della serietà dell’offerta. Weiner potrebbe quindi passare da papabile sindaco della Grande Mela a dipendente del re del porno. “Un’offerta –spiega ancora Flint, che deriva da una – infondata pressione politica e dell’ipocrisia che ha invaso la democrazia a Washington”. Flynt ha poi aggiunto che si tratterebbe di un non meglio precisato impiego nella “nostra divisione internet”. Tutte dichiarazioni ospitate dal sito TMZ e dall’Huffington Post che hanno pubblicato la lettera di Flynt destinata a Weiner.

Errore fatale. Voleva mandare una foto dei boxer a  una sua amica, ma Weiner schiaccia forse il tasto sbagliato e la manda a circa 50.000 persone, vale a dire tutti i suoi follower su Twitter. Preso di mira dalla stampa USA e da quella  internazionale, dopo tre settimane passate in maniera tutt’altro che tranquilla Anthony Weiner è stato costretto ad abbandonare la sua carriera politica. In seguito è stato ricoverato in un centro di riabilitazione. Dopo lo aspetterà forse la partita più dura, quella in cui dovrà cercare di riconquistare la sua famiglia.

A.S.