Processo Mills: Berlusconi arriva in aula. Nessun fan all’esterno, solo giornalisti

Milano – Nuova udienza del processo Mills, molti giornalisti ha accolto l’arrivo del premier, imputato per corruzione in atti giudiziari. Fuori al Palazzo di Giustizia di Milano non ci sono neanche i contestatori.

Processo Mills – Questa mattina Silvio Berlusconi è entrato nell’aula della Prima Corte d’Assise d’appello di Milano dove si tiene, davanti ai giudici della Decima sezione penale, il “processo Mills”. Nuova udienza dunque, la prima senza legittimo impedimento, nel processo che vede imputato il premier per corruzione in atti giudiziari.
Per oggi è prevista la testimonianza dell’armatore Diego Attanasio, uno dei testi chiave del processo. L’ultima volta che il presidente del Consiglio era entrato a Palazzo di Giustizia come imputato in uno dei suoi processi era il 16 maggio scorso, sempre per il procedimento Mills.

Deserto fuori il tribunale – Nelle ultime udienze a cui il premier ha partecipato si erano viste decine di persone ad attenderlo con tifo e slogan che incitavano a resistere contro le toghe rosse. Oggi, forse dopo i risultati delle elezioni proprio a Milano e dopo l’esito del referendum, il premier è più solo che mai. All’esterno del tribunale solo giornalisti, niente fan, niente politici, niente simpatizzanti, niente gazebo, nemmeno la Santanchè.
Ma non ci sono neanche contestatori. Ad attendere il premier, prima dell’arrivo, c’era invece la solita schiera di giornalisti, tutti concentrati dietro le transenne, e un ingente numero di uomini delle forze dell’ordine.
Berlusconi è arrivato alle 10, ma non si e’ fatto vedere all’esterno preferendo entrare a Palazzo di Giustizia da un altro ingresso.

Matteo Oliviero