SBK, Spagna: Melandri segna la sua prima pole. 2°Biaggi, 4° Checa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:51

SBK, pole Spagna – Il titolo mondiale forse è davvero una impresa impossibile, ma non si può certo dire che il primo anno di Marco Melandri nelle derivate di serie sia stato completamente negativo. Dopo infatti al prima vittoria è già arrivata anche la prima pole in carriera, siglata sul difficile ed impegnativo circuito di Aragon grazie ad un ritrovato feeling con la sua Yamaha R1. Un risultato di spessore che da animo a lui e al suo team, ritrovatosi improvvisamente in difficoltà dopo due appuntamenti molto al di sotto delle aspettative. La speranza per domani è quella di calcare nuovamente il podio, giocandosela alla pari contro i fortissimi Biaggi e Checa.

Biaggi insegue – Il campione del mondo in carica interpreta ancora la parte dell’inseguitore, finendo il turno in seconda posizione ma conscio di avere tra le mani finalmente una Aprilia a posto. La RSV4 si adatta molto bene ai continui cambi di direzione e saliscendi della pista, come dimostra il terzo tempo fatto segnare dall’inglese Camier. L’unico obbiettivo accettabile è ovviamente la vittoria, unico rimedio per contrastare il dominio del bicilindrico Ducati e chiudere definitivamente un periodo difficile ed irto di difficoltà, tali da aver impedito il loro primo centro stagionale nonostante siamo già alla settimo round ed il team sia più che collaudato e competitivo. Forse proprio in terra spagnola può iniziare il tanto agognato recupero, anche se Carlos continua a viaggiare su ritmi eccellenti.

Checa ed Ayrton – Il ducatista si trova in quarta posizione, mai in grado di puntare ad un’altra pole ma sorridente in vista delle due gare di domenica. Ducati infatti pare avere un leggere vantaggio in termini di consumo gomme rispetto ai diretti avversari, fattore che si potrebbe rilevarsi determinate sopratutto negli ultimi giri, quando il consumo del pneumatico è notevole. Bella giornata anche per la Kawasaki con Sykes e Lascorz in quinta e settima piazza. Difficoltà per Fabrizio arreso alla undicesima casella mentre a difendere i colori del colosso BMW è il nostro Ayrton Badovini, ottavo e nuovamente il pilota più veloce della casa tedesca, davanti all’esperto Noriyuki Haga segno che talento ed intelligenza non mancano di certo. A seguire la griglia di partenza:01)Marco Melandri 02)Max Biaggi 03)Leon Camier 04)Carlos Checa 05)Tom Sykes 06)Eugene Laverty 07)Joan Lascorz 08)Ayrton Badovini 09)Noriyuki Haga 10)Sylvain Guintoli 11)Michel Fabrizio 12)Mark Aitchison 13)Jakub Smrz 14)Leon Haslam 15)Maxime Berger 16)Troy Corser 17)Ruben Xaus 18)Chris Vermeulen 19)Roberto Rolfo 20)Lorenzo Lanzi

Riccardo Cangini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!