La Fura dels Baus apre la stagione musicale estiva delle Terme di Caracalla

Si apre con un appuntamento davvero speciale la stagione musicale estiva di Caracalla 2011: l’arte spettacolare de La Fura dels Baus tra le suggestive rovine delle Terme romane con un concerto-spettacolo dei poemi sinfonici più famosi di Ottorino Respighi. “Le feste romane” (1928), “Le fontane di Roma” (1916) e “I pini di Roma” (1924), raccolti sotto il titolo de “La Trilogia Romana” andranno in scena sabato 2 luglio alle 21.30, nell’allestimento scenico del prestigioso ensemble catalano che presenterà nella splendida cornice del teatro all’aperto una nuova produzione in collaborazione con il “Palau de Les Arts Reina Sofia” di Valencia, per raccontare la magia di Roma attraverso i suoi colori, i paesaggi visivi e musicali. «Non un attore sulla scena – ha spiegato il regista Carlus Padrissa – per un allestimento che è puro esercizio dell’immaginazione attraverso l’uso dell’immagine e del movimento, con una serie di video, realizzati da Emmanuel Carlier, proiettati su un labirinto di schermi mobili».
Sul podio delle Terme di Caracalla, il Maestro Charles Dutoit, al suo debutto con l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. Maestro di fama internazionale, attuale direttore principale della Royal Philarmonic Orchestra e dell’Orchestra Sinfonica di Filadelfia, Dutoit ha diretto le più importanti orchestre del mondo ed è considerato tra i più grandi interpreti del repertorio del XX secolo.
Dopo “La Trilogia romana”, il cartellone della stagione estiva proseguirà con il balletto “Il lago dei cigni” (da giovedì 7 a mercoledì 20 luglio), la “Tosca” (il 21, 24 e 28 luglio ed il 3, 5 e 10 agosto), il “Gala Roberto Bolle and friends” il 23 luglio ed, infine, la  gran chiusura con “Aida” di Giuseppe Verdi (dal 2 al 9 agosto).
Proseguono intanto i lavori per il trasferimento del Teatro dell’Opera alle Terme di Caracalla, con il palcoscenico che sta prendendo vita tra le meraviglie delle rovine e la platea quest’anno ampliata per accogliere fino a 3.500 spettatori che prenoteranno da tutto il mondo.

Valentina De Simone