Monza Estate 2011: Roberto Vecchioni in concerto, ecco le foto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:21

Monza Estate 2011, Roberto Vecchioni, Foto: Ospiti davvero importanti e di spicco caratterizzeranno l’edizione  2011 di Monza Estate. Cornice d’eccezione la Villa Reale monzese, il cui cortile accoglie il pubblico. Ad aprire le danze, domenica 19 giugno, Roberto Vecchioni, fresco vincitore del Festival di Sanremo con la sua “Chiamami ancora amore”.
Per lui, nato nella vicinissima Carate Brianza, una carriera quarantennale: il suo primo album, “Parabola”, data 1971.
Il palco del cortile di Villa Reale accoglierà Francesco Renga il 23 giugno, Emma il 26 giugno, Cesare Cremonini il 10 luglio e Franco Battiato il 20 luglio.

Il concerto: Il noto cantautore lombardo si presenta al suo pubblico con “Voglio una donna”, celebre canzone che gli valse nel 1992 la vittoria al Festivalbar. Non manca a fine brano di parlare quindi di donne, di mamme, di “papismo” riferendosi in modo inequivocabile al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Vecchioni è un vero artista della parola e in concerto si esprime sia cantando sia parlando alla sua gente.
Ricorda Fabrizio De Andrè e la sua “Guerra di Piero” che l’ha ispirato nella scrittura de “La casa delle farfalle”, traccia presente nel suo ultimissimo lavoro.
Eccolo poi in “Sogna ragazzo sogna”, altro evergreen del cantante caratese, tratto dall’album omonimo del 1999.

Politica, Classici: Non mancano i riferimenti all’attuale situazione politica; peraltro siamo a Monza, dove la Lega nord vorrebbe trasferire alcuni Ministeri e Vecchioni non perde l’occasione per ironizzare circa la singolare proposta.
Il finale del concerto prevede i pezzi più famosi, quelli noti al grande pubblico. Dopo aver eseguito “O surdato ‘nnamurato”, propone “Stranamore”, “Milady” e “Chiamami ancora amore” che chiude la scaletta ufficiale.
È poi la volta dei bis. «È una favola che non canto da quarant’anni…» esordisce Vecchioni. E la band attacca “Canzonenoznac”, eseguita in seguito alla richiesta di un amico.
Infine, forse i due brani più popolari ed attesi: “Luci a San Siro” e “Samarcanda” che riesce a far sì che il pubblico monzese si alzi in piedi e danzi sulle note della popolarissima canzone.

Pier Luigi Balzarini

Fotografie di Pier Luigi Balzarini, in esclusiva per Newnotizie

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!