Lamberto Sposini in buono stato di coscienza: trasferito dalla terapia intensiva

Lamberto Sposini, una buona notizia. È stata finalmente diffusa una nota dei medici che tengono in cura Lamberto Sposini al Policlinico Gemelli e le notizie sono buone: Non sussistendo più le condizioni che rendevano necessaria la sua permanenza nel reparto di terapia intensiva, Sposini è stato trasferito in un reparto di degenza del Gemelli dove proseguirà la riabilitazione motoria e neurologica”.

Lamberto in buono stato di coscienza. Lamberto Sposini era in terapia intensiva da circa due mesi, da quando un’emorragia cerebrale alquanto grave aveva reso necessario l’intervento e il coma farmacologico. Da qualche giorno i medici avevano sciolto la prognosi  e ora, la nota del professor Giulio Maria che coordina lo staff medico, apre nuove speranze sulle condizioni dell’amatissimo giornalista. Il lento e progressivo miglioramento era stato annunciato sin da quando Lamberto si era risvegliato dal coma farmacologico ma ora che il suo stato di coscienza è stato dichiarato “buono” si può cominciare a credere che le conseguenze dell’emorragia potrebbero essere superate con la riabilitazione motoria e neurologica.

Gerardo Greco al posto di Sposini. Proprio ieri, in seguito alla presentazione dei palinsesti Rai, si è avuta la notizia della sostituzione di Lamberto Sposini alla Vita in diretta con Gerardo Greco che affiancherà Mara Venier. Le condizioni del giornalista che vanno migliorando rendono senz’altro più accettabile tale sostituzione da parte dei fan del giornalista che continueranno a sperare in un rientro di Lamberto nel programma.

Lamberto e i fan. Lamberto Sposini continua ad essere sostenuto dalle preghiere e dagli auguri di migliaia di fan che non hanno visto di buon grado le richieste di privacy della famiglia. Tuttavia, le notizie che vengono diffuse periodicamente dallo staff medico, mantengono viva la catena di solidarietà che si è stretta intorno a Lamberto, amato per la sua professionalità, la sua serità, il suo garbo e il suo inconfondibile savoir faire.

Caterina Cariello