MotoGP, Pedrosa rientra al Mugello. Scatta l’opzione Aoyama

MotoGP, niente Assen – Già mentre era sotto i ferri (per la seconda volta in poche settimane) la sua presenza ad Assen era più che dubbia, ma ora anche lo stesso Daniel Pedrosa conferma questa ipotesi. Tramite un comunicato rilasciato nel suo blog ufficiale, lo spagnolo rassicura i fan circa le sue attuali condizioni fisiche: “È già passato qualche giorno dall’intervento e mi sento già meglio. Non avverto più quel dolore che sentivo poco prima dell’operazione e il processo di recupero sta procedendo per il meglio. Ogni giorno noto qualcosa di positivo ed è fantastico perché così potrò tornare in pista davvero presto” Più il tempo passa più il sorriso torna, sollevato dal fatto di non provare più quel forte dolore che lo attanagliava giorno e notte.

Ritorno al Mugello – Purtroppo però il tempo per tornare ad indossare casco e tuta non è ancora giunto: “”Sinceramente, un ritorno per Assen lo vedo molto improbabile, ma sono fiducioso per il Mugello. Ora sono concentrato a ritrovare la forma fisica giusta, e per questo voglio prendermi il giusto tempo ed essere al 100%Meglio quindi evitare rientri eccessivamente precoci (nonostante Edwards a Silverstone sia riuscito ad arrivare a podio con la spalla infortunata) per poi ricominciare a solcare le prime posizioni e rendere molto più difficile la conquista del secondo titolo mondiale al suo compagno di squadra Casey Stoner. Pedrosa infatti, prima dell’incidente in Francia, è riuscito più volte a tenere testa all’australiano e dal Mugello in avanti vorrà certamente riprendersi la leadership all’interno del box Honda.

Aoyama il sostituto? – Con la moto numero 26 ancora ferma ai box, scatta l’opzione Aoyama già proposta in Inghilterra ed alla fine scartata all’ultimo. La casa giapponese infatti potrebbe spostare il giapponese Hiroshi Aoyama nel box ufficiale Repsol, rimettendo in pista le tre moto color nero-arancio e rispettando così i vari accordi presi con gli sponsor. Per quanto riguarda il posto vacante nel team Gresini sarebbe il collaudatore Kousuke Akiyoshi a prendere momentanea il posto di Hiroshi, riempendo quindi tutte le caselle disponibili ripopolando una griglia già di per sé povera. In questo caso però manca ancora l’ufficialità e bisogna vedere se la Honda sarà davvero propensa a fare tutte questi cambiamenti per un solo appuntamento iridato. Intanto Assen è sempre più vicina.

Riccardo Cangini