Maturità: da Ungaretti, Picasso e Warhol, alla politica di Bobbio e Panebianco

Prima prova maturità – Gli esami di maturità 2011 si aprono con una prova di italiano incentrata su tematiche singolari, legate a “Lucca”,  poesia di Ungaretti per la quale viene richiesta l’analisi testuale, un saggio breve di “Amore, odio, passione” su una serie di scritti su Verga, Svevo e D’Annunzio, una traccia d’impronta socio-economica su “Siamo quello che mangiamo?” e ancora un tema scientifico su Enrico Fermi, mentre per quanto riguarda quello storico si passa a “Destra e sinistra” con la relativa analisi di alcuni autori che ne delineano le principali peculiarità. Infine si passa ad un argomento che parte dalla frase di Andy Warhol “”Nel futuro ognuno sarà famoso per 15 minuti”, con la quale si domanda ai giovani diplomandi di trattare il valore assegnato alla fama effimera nell’attuale società.

Per quanto concerne il tema su ”Amore, passione e odio” tra i documenti proposti agli studenti spiccano tre dipinti cardine, intitolati ”Il bacio” (Klimt), ”Ettore e Andromaca” (De Chirico) e ”Gli amanti ” (Pablo Picasso). Per che riguarda il tema su Destra e Sinistra, invece, gli spunti sono stati presi da frasi di personaggi di spicco del calibro di Norberto Bobbio, Marcello Veneziani, Giampiero Carocci e Angelo Panebianco. Per questa prova sono confermate le tipologie adottate negli anni scorsi e dunque gli studenti possono come sempre scegliere tra l’analisi testuale di un brano, la realizzazione di un saggio breve o, in alternativa, di un articolo di giornale, fino ad arrivare al tema di argomento storico o a quello di attualità.

Come sempre, i candidati potranno consultare il dizionario di italiano e non potranno uscire dall’aula prima di tre ore dalla dettatura del tema. Assolutamente non tollerati sono tutti quei dispositivi tipo cellulari, videotelefonini, palmari, pc portatili e qualsiasi strumento di trasmissione dati; inoltre, qualsiasi collegamento delle scuole con internet verrà disattivato. I trasgressori saranno esclusi da tutte le prove.

Alice Sommacal