Rock in Roma: partito a Capannelle il festival musicale della capitale

Rock in Roma- E’ partito lo scorso 18 giugno all’Ippodromo di Capannelle il festival musicale estivo della capitale, “Rock in Roma”. Con ben 22 concerti in trenta giorni, la manifestazione ormai da anni porta a Roma ragazzi e non da tutta Italia, tutti accomunati da una grande passione per la musica. Artisti italiani ed internazionali, cantanti “di nicchia” e artisti da stadio, si esibiranno sul palcoscenico dell’Ippodromo per riempire di note un’altra estate romana.

Artisti– Nei primi 3 giorni di concerti, partiti il 18 giugno, due gruppi internazionali e un cantautore italiano. 30 Seconds To Mars lo scorso sabato, Avenged Sevenfold il 21 giugno e questa sera, 23 giugno, Alessandro Mannarino. Dopo di lui piccolo stop di cinque serate, per riprendere il 29 giugno alla grande con i Korn. E poi, ancora Subsonica, Dream Theater, Afterhours, Mogwai, Fabri Fibra, Chemical Brothers, Franco Battiato, Caparezza, Daniele Silvestri, Almamegretta e Raiz, Ben Harper, Robert Plant & the Band of Joy, Skunk Anansie, Elio e Le Storie Tese, Jamiroquai, Jack Johnson con Kaki King,  Moby, Modà e, dulcis in fundo, Slash feat Myles Kennedy. Inutile dire che, per accaparrarsi i biglietti, bisogna fare in fretta: già si registra qualche “sold out”.

Battiato- Tantissimi nomi da non perdere, tanto che, per togliere l’imbarazzo della scelta a qualcuno, si è deciso di vendere oltre ai biglietti per i singoli concerti, dei “pacchetti” per più date, una sorta di abbonamento che agevoli chi, tra i tanti, proprio non riesce a scegliere. Tanta attesa per Battiato, che torna sul palco con un approccio più rock. L’artista, che proprio da Capannelle darà il via al suo tour (20 date fino al 15 di settembre), ha detto: “In Italia è il momento di alzarsi in piedi, di reagire”. E lui lo fa a suon di musica, live, portanto sul palco tantissimi dei suoi successi in una versione dalla ritmica diversa dall’originale.

Maria Serena Ranieri