Calciomercato Cagliari: quasi fatta per Parolo, idea Paloschi

Calciomercato Cagliari – Marco Parolo è ormai prossimo a vestire la casacca rossoblù. Il Cesena, che ne aveva riscattato l’intero cartellino dal Chievo appena ieri, ha ceduto alle lusinghe del Cagliari e si priverà della sua punta di diamante. L’affare dovrebbe concludersi per una cifra vicina ai 7 milioni di euro. Dopo una stagione ad alto livello in cui si è reso protagonista della salvezza dei romagnoli a suon di gol e ottime prestazioni, con all’attivo cinque reti in 29 incontri, Parolo, 26 anni, è pronto a spiccare il volo. Accostato in passato a squadre blasonate come Inter e Roma, ha tuttavia deciso di “accontentarsi” della proposta della squadra sarda, sposando un progetto solido e con grandi ambizioni per il futuro. Giocatore duttile, può essere schierato in tutti i ruoli del centrocampo e, soprattutto come trequartista, si adatterebbe perfettamente agli schemi di Donadoni. Dopo Astori, ecco un altro colpo di ottima fattura messo a segno dal presidente Cellino. Ma in Sardegna il calciomercato non finisce qua.

Idea Paloschi – La partenza di Acquafresca verso il Genoa ha aperto una vera e propria voragine nel settore offensivo cagliaritano. Il presidente rossoblù avrebbe quindi chiesto al Milan informazioni su Alberto Paloschi, giovane attaccante classe ’90 appena rientrato dopo l’esperienza proprio nella società di Preziosi. L’affollamento di giocatori offensivi potrebbe convincere la società di via Turati a uno sfoltimento, destinando i giocatori più giovani a fare esperienza in altre squadre del campionato italiano. Nonostante la giovanissima età, Paloschi ha fiuto del gol ed è stato eletto proprio da Filippo Inzaghi come suo erede. Vanta già 37 presenze in Serie A, con 8 reti all’attivo. Costituirebbe perciò un ottimo innesto per la squadra di Donadoni e, inoltre, non sarebbe difficile acquisirlo. Cellino preferirebbe una comproprietà, il Milan sarebbe per il prestito secco: l’accordo in ogni caso è tutt’altro che lontano.  Sebbene, nel calcio, non si dovrebbe mai dare nulla per scontato.

Emanuele Ballacci