Calciomercato Fiorentina: Mihajlovic resta, Gilardino forse

Calciomercato FiorentinaSinisa Mihajlovic non sarà il nuovo allenatore dell’Inter e Delio Rossi non sarà quello della Fiorentina. Nella giornata di ieri il tecnico serbo ha definitivamente messo a tacere le ultime voci che lo vedevano sulla panchina dei campioni del mondo. In una conferenza stampa convocata appositamente Mihajlovic ha dichiarato di essere stato effettivamente cercato dalla squadra in cui ha giocato le sue ultime due stagioni e in cui ha iniziato la carriera da allenatore come vice di Roberto Mancini. Ma il tecnico viola crede nel progetto della nuova Fiorentina e non è intenzionato ad abbandonarlo, nonostante la sua permanenza a Firenze non sia vista di buon occhio da una parte consistente della tifoseria. “Ribadisco la mia volontà di rimanere a Firenze – ha esordito Mihajlovic in conferenza stampa –. A me non piace andare via da una parte senza aver dimostrato quanto valgo. La Fiorentina è un club serio, dai giocatori ai dirigenti, e la mia famiglia è contenta di rimanere a Firenze. Io non ho mai avuto nessun dubbio nel rimanere. Chiedo ai tifosi di credere a me, alla società e alla squadra che si farà. E d’ora in poi spero che non si parli più di Inter. È vero, sono stato contatto dall’Inter qualche giorno fa e mi hanno chiesto la possibilità di allenare l’Inter. Io ho chiamato Corvino e gli ho detto della telefonata dei nerazzurri, ma gli ho anche detto che volevo restare a Firenze per tanti motivi. Ed è proprio qui che vorrei rimanere per tanti anni”.

Gilardino va? – Per due capitoli di calciomercato che si chiudono (proprio ieri infatti la Viola ha formalizzato la cessione di Adrian Mutu al Cesena) ne permane un altro sempre aperto. Si tratta di Alberto Gilardino, dato tra i partenti sicuri fin dal termine della stagione, ma ancora senza una reale pretendente sul mercato. Giuseppe Bozzo, agente dell’attaccante biellese, continua a considerare il suo assistito un giocatore cedibile per la Fiorentina e richiesto da molte squadre, sebbene le trattative concrete ancora latitino. “La Fiorentina ha fatto del giocatore una valutazione assolutamente importante perché lo considera un giocatore di prima fascia – ha detto Bozzo in un’intervista a Il Tirreno – . La Juve avrebbe potuto prenderlo a gennaio, poi la situazione difficile in classifica dei viola ha fatto sì che tutto saltasse. Se arriverà un’offerta, però, noi la valuteremo. Se sarà vantaggiosa per entrambi, per il giocatore e per la società, noi siamo pronti a restare. Viceversa, non è impossibile parlare di un addio”.

Marco Valerio