Lottomatica: iniziative sociali per 10 milioni, 5 miliardi all’erario

8,3 milioni per la sostenibilità sociale e 1,7 nella campagna per un ‘gioco responsabile’. Nel totale 10 milioni di euro a favore della collettività. E’ quanto stato detto oggi dall’Amministratore Delegato di Lottomatica Group, Marco Sala, nel corso della presentazione del programma di gioco responsabile.

Tutela dei minori – “Per il 2011 – si legge in una nota – il Gruppo ha deciso di rafforzare il proprio impegno a tutela dei minori, sviluppando un pacchetto di iniziative trasversali a tutti i giochi, che si aggiungono a quelle già avviate negli anni scorsi. Tra queste La Campagna informativa ‘18+ la prima regola del gioco’, realizzata su tutto il territorio nazionale in collaborazione con il MOIGE-Movimento genitori, attraverso il coinvolgimento diretto dei suoi 35 centri territoriali e dei suoi operatori. La campagna, finalizzata alla prevenzione del gioco minorile, si è sviluppata attraverso i mezzi stampa, su tutta la rete di vendita e all’interno dei centri commerciali con campagne di sensibilizzazione e formazione ad hoc rivolte ai punti vendita in relazione al divieto di gioco ai minori”.

Il programma di Gioco Responsabile – Si basa su tre principi fondamentali: prevenzione, dialogo e cooperazione. Nel 2010, è stato ancora riferito a margine della presentazione, Lottomatica ha continuato a realizzare un piano di interventi che si articola in dieci aree, che vanno dalla comunicazione di prodotto alla informazione e sensibilizzazione dei giocatori, passando per la formazione dei dipendenti e dei canali di vendita, il tutto finalizzato a salvaguardare il carattere ludico dell’esperienza di gioco, senza rischi ed eccessi.

Non solo guadagni – Anche nel 2010 Lottomatica, hanno fatto sapere dallo Gruppo, di concerto con i Monopoli di Stato, ha deciso di destinare una parte del budget dedicato alla promozione dei giochi, a iniziative sociali, culturali e sportive, privilegiando progetti già avviati negli scorsi anni, cui si è voluto garantire continuità. Il Gruppo ha, dunque, contribuito a livello mondiale con 11,1 milioni di euro (di cui 8,3 milioni solo in Italia), al sostegno delle categorie svantaggiate di cittadini, alla promozione della cultura e al sostegno dello sport.

Sostenibilità ambientale – In questo contesto il contributo di Lottomatica si è concentrato su due aree di intervento: l’impegno a misurare l’impatto ambientale di tutte le sedi del Gruppo, dall’Italia agli Stati Uniti; la definizione di un sistema di gestione finalizzato alla certificazione ambientale ISO 14001:2004, già ottenuta negli Stati Uniti, e alla EN 16001:2009, in via di ottenimento in Italia. La stessa azienda, nel territorio nazionale, ha inoltre avviato alcuni progetti di sostenibilità ambientale, tra i quali: l’utilizzo di energia elettrica prodotta al 100% da fonti rinnovabili (certificata RECS- Renewable Energy Certificate System); l’utilizzo di carta riciclata non sbiancata per il 57% del fabbisogno; la compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla propria attività, con interventi di piantumazione di alberi, attraverso il sostegno al progetto ‘Parchi per Kyoto’. Attraverso la partnership con la società ‘Azzero CO2’, inoltre, Lottomatica ha deciso di compensare le emissioni derivanti dalla stampa di tutti i materiali e dall’organizzazione della presentazione del Bilancio Sociale, con la piantumazione di alberi nel Parco fluviale del Po.

5 miliardi all’erario – E’ la somma in denaro versata lo corso anno da Lottomatica allo Stato. “Nel 2010 – ha spiegato Marco Sala durante la presentazione del bilancio sociale – le entrate erariali derivanti dai giochi in Italia sono state complessivamente pari a 9,9 miliardi di euro (rispetto a 9,4 miliardi del 2009), di cui 1,2 miliardi derivanti da entrate straordinarie, versate dai concessionari a titolo di una tantum, e 8,7 miliardi per entrate ordinarie derivanti dai giochi. Sul totale di 9,9 miliardi, il contributo di Lottomatica è stato di circa 5 miliardi, pari al 50% del totale”.

Mauro Sedda