Settimo torinese: litiga e uccide a coltellate il figlio della ex

Uccide a coltellate il figlio della ex. Tragedia poco prima dell’alba a Settimo, nell’hinterland torinese. A seguito di una lite, il 58enne Giuseppe Angilletta ha accoltellato al torace Maurizio Di Gioia, il figlio 24enne della ex convivente. Il ragazzo è morto poco dopo in ospedale a Torino, mentre l’omicida è stato rintracciato dai carabinieri mentre vagava nei pressi dello stesso ospedale, anche lui ferito, molto probabilmente dal fratello della vittima, con una mazza da baseball.

Una lite degenerata. Secondo le prime indiscrezioni, pare che l’uomo fosse tornato a casa dell’ex convivente, Cinzia Milan, a Settimo torinese, per riprendersi degli oggetti personali. Qui avrebbe incontrato i figli della donna, coi quali sarebbe nata una discussione presto degenerata. Maurizio Di Gioia, subito trasportato al San Giovanni Bosco, è deceduto poco dopo. Il fratello si sarebbe avventato sull’omicida colpendolo con una mazza da baseball e procurandogli diverse ferite. Le sue condizioni di salute non sono gravi.