Terni: false ricette per farmaci dimagranti. Denunciata una donna

Terni. Una donna di 45 anni di Acquasparta, un paesino in provincia di Terni è stata accusata di falsità materiale commessa da privato. Una vera esperta nella falsificazione di ricette mediche che aveva acquistato un’ingente quantità di farmaci dimagranti per un valore complessivo di 2mila euro ed è stata fermata dai carabinieri.

Ricette false per farmaci dimagranti. La donna aveva scansionato una ricetta originale realizzando diverse copie e, grazie a questi falsi, si recava nella farmacia di Terni per prendere i farmaci dimagranti. I carabinieri hanno sequestrato nella farmacia una trentina di ricette false utilizzate per l’acquisto di prodotti galenici, mentre durante la perquisizione nell’abitazione della donna hanno trovato un vero e proprio laboratorio con altri 50 fogli di ricette già pronte per l’uso con tanto di timbro di un medico. Tutto quanto è stato sequestrato e i militari stanno ora indagando per capire se tutti quei prodotti fossero destinati all’uso personale o la donna abbia organizzato un vero e proprio mercato illecito di farmaci dimagranti.

Grandi danni per queste tipologie di truffa. Una stima dei danni provocati da questo tipo di truffe al SSn è stata presentata proprio lo scorso 7 Giugno a Roma, in occasione di un convegno organizzato da Farmindustria. Secondo un’indagine dei Nas, denominata “Damage Control”, nel biennio 2009-2010 si è registrato un danno erariale al Ssn di 475 milioni di euro. L’indagine si è concentrata su tre elementi: prestazioni riabilitative, false ricette mediche e appalti in campo sanitario.

Daniela Ciranni