Banana Yoshimoto si aggiudica il “Capri Award 2011”

Al Giappone, alla tragedia dello tsunami, alla dignità e al coraggio di un intero popolo, è dedicato il “Capri Award 2011”, la manifestazione rivolta al mondo della letteratura e della cultura che si svolgerà dal 2 all’11 luglio nella splendida cornice dell’isola nel golfo di Napoli.
Ad aggiudicarsi, quest’anno, il Premio Internazionale Banana Yoshimoto, l’illustre scrittrice giapponese che in un racconto inedito ha narrato la vicenda recentemente vissuta dal suo Paese. «Per il contenuto poetico della sua scrittura caratterizzata da una gentilezza e una spiritualità che sono simboli delle qualità del popolo giapponese», si legge nella motivazione del riconoscimento che sarà consegnato il prossimo 2 luglio all’Hotel La Palma, durante una cerimonia che vedrà l’autrice leggere il suo testo non ancora pubblicato. Figlia di Takaaki Yoshimoto,noto anche come Ry?mei Yoshimoto, uno dei più importanti e famosi filosofi e critici giapponesi degli anni Sessanta, Banana Yoshimoto, all’anagrafe Mahoko, nasce a Tokyo il 24 luglio 1964. A 23 anni, mentre lavora come cameriera in un golf-club, comincia la sua carriera di scrittrice, mutuando tanto dai romanzi di Stephen King, Truman Capote e Isaac Bashevis Singer. Il suo primo libro, “Kitchen”, si rivela un successo immediato con oltre 60 ristampe nel solo Giappone.
Nel giorno seguente alla consegna del premio, la Yoshimoto sarà impegnata a Palazzo Cerio in un seminario di scrittura creativa per studenti e professori universitari di varie università e scuole della Campania. In programma, inoltre, due festival di poesia, il primo riservato a poeti già affermati, il secondo ai giovanissimi che prenderanno parte al concorso “Porta una poesia nella tua tasca”. Il comitato organizzatore del Premio, presieduto da Claudio Angelini annuncerà i nomi dei vincitori che sono stati scelti tra le personalità di spicco del mondo culturale, giornalistico ed istituzionale.
Ad aggiudicarsi le passate edizioni del Capri Awards autori del calibro dei Nobel Czelaw Milosz, Josif Brodskij e Dereck Walcotte, prestigiosi poeti, narratori e saggisti come Rafael Alberti, Adolfo Bioj Casares, Roger Peyrefitte, Hector Bianciotti, Lawrence Ferlinghetti, Tahar Ben Jelloun, Thomas Venclova, Bohumil Hrabal, Attilio Bertolucci, Irving Layton, il Pulitzer Rita Dove, il poeta laureato dal Congresso americano Robert Pinsky, Evgenij Evtushenko, l’economista Ralph Dahrendorf, il politologo Francis Fukuyama.

Valentina De Simone