Calciomercato Roma: obiettivo Stekelenburg, sogno Pastore

Calciomercato Roma – I giallorossi sono dichiaratamente a caccia di un portiere per la prossima stagione. Sfumato Viviano, il quale sarebbe stato acquistato solo se il Bologna ne avesse riscattato l’intero cartellino, le mire della Roma si sono dirette altrove. Il primo nome sulla lista del direttore sportivo Sabatini è Maarten Stekelenburg, 29 anni, attuale estremo difensore dell’Ajax. Grande esperienza in campo europeo e sicurezza tra i pali sono le principali qualità del portiere olandese, di cui i lancieri si sono disponibili a privarsi. Infatti, il contratto di Stekelenburg scadrà tra un anno e finora le parti non sono apparse molte aperte per il rinnovo. Per questa ragione e quindi per evitare di perdere il calciatore a parametro zero l’anno venturo, l’Ajax sarebbe disponibile ad abbassare le pretese per il costo del cartellino. Il prezzo si aggirerebbe perciò attorno agli 8-10 milioni di euro. Un investimento comunque importante per la Roma che non può contare su un budget di mercato illimitato e che quindi sta riflettendo sul da farsi.

Sogno possibile Pastore – Economizzare i prossimi acquisti, soprattutto quello del portiere, è l’imperativo della Roma per poter concentrare buona parte delle sue risorse verso un giocatore capace di destare la dirigenza dai sogni e di accendere i desideri dei tifosi. Più volte ripetuto dal ds giallorosso Sabatini, il nome in cima ai pensieri è quello di è Javier Pastore, 22 anni. Sebbene Zamparini abbia più volte ripetuto che non ha accetterà offerte inferiori a 50 milioni, il club giallorosso ha la possibilità di inserire numerose valide contropartite per tentare di abbassare il prezzo richiesto. “Se ci sarà l’offerta giusta, Pastore andrà via” ha detto stamane Sean Sogliano, nuovo ds del Palermo. E questa è più di un’apertura per la Roma, la quale sicuramente attenderà il momento più propizio, ovvero l’apertura ufficiale del mercato tra pochi giorni, per sferrare la zampata decisiva per convincere i siciliani a cedere l’argentino, sicura stella nascente del calcio mondiale.

Emanuele Ballacci