Habemus Papam, sei Nastri D’Argento per il film di Nanni Moretti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:42

Sei Nastri D’Argento per Habemus Papam. Habemus Papam di Nanni Moretti è stato un vero successo alla sessantacinquesima edizione dei Nastri d’argento: sei Nastri su sette nomination sono andati al film dell’anno più votato dai giornalisti cinematografici. Habemus Papam  porta a casa il Nastro del miglior Regista del miglior film, e i premi  per soggetto (Moretti con Francesco Piccolo e Federica Pontremoli), miglior produttore (Nanni Moretti e Domenico Procacci), migliore fotografia (Alessandro Pesci), migliore scenografia (Paola Bizzarri) e migliori costumi (Lina Nerli Taviani).

Altre premiazioni. Tra le dodici commedie considerate, la migliore è Nessuno mi può giudicare, di Massimiliano Bruno, prodotto da Federica e Fulvio Lucisano che è stato premiato anche con un Nastro alla carriera, interpretato da Raoul Bova, Paola Cortellesi, Rocco Papaleo e Anna Foglietta. Quest’ultima, insieme ad Alessandro Siani, si è aggiudicata anche il nuovo premio di quest’anno, il Premio Antica Fratta-Nastri d’Argento. Vallanzasca- Gli Angeli del Male, di Michele Placido ha guadagnato tre nastri che sono andati a Kim Rossi Stuart, attore protagonista, ai Negramaro, colonna sonora, e a Consuelo Catucci, miglior montaggio. I Nastri d’Argento sono stati votati dai giornalisti iscritti al Sindacato, mentre sono stati assegnati dal Direttivo il Nastro d’Argento della 65ma edizione a Pupi Avati e i premi alla carriera di quest’anno: a Fulvio Lucisano, alla produttrice Marina Piperno e al regista Emidio Greco.

L’anno della commedia. Laura Delli Colli, Presidente dei giornalisti cinematografici, ha dichiarato: “Nell’anno della commedia i Nastri d’argento vanno in netta controtendenza e premiano, con il cinema d’autore, soprattutto il ‘ricambio’ del cinema italiano, segnalando la conferma di una nuova generazione di attori e un esordio sorprendente come quello di Alice Rohrwacher che ha vinto per in un’ annata particolarmente ricca di opere prime interessanti”. Alice Rohrwacher, infatti, è risultata la miglior regista esordiente per il film Corpo Celeste che ha già regitìstrato il successo nell’ultima edizione di Cannes.

Caterina Cariello

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!