Le Vie della Seta arrivano a Roma con la “Mappa mongola di terre, acque e monti”

In occasione dell’apertura della Biennale Internazionale di Cultura, l’iniziativa dedicata a quei Paesi del Medio ed Estremo Oriente protagonisti nell’antichità dei traffici commerciali tra gli imperi cinesi e l’Occidente, arriva a Roma la “Mappa mongola di terre, acque e monti”, che sarà esposta in anteprima mondiale dal prossimo 1 ottobre. «Un’occasione unica – ha spiegato il sindaco della capitale, Gianni Alemanno – per ripercorrere quelle tappe antiche e riscoprire quante interpolazioni esistono tra le due realtà e fare in modo che la globalizzazione sia più attenta agli uomini e non solo al profitto economico».
La carta geografica, lunga 30 metri e con circa 200 toponimi raccolti, sarà la protagonista della mostra Le strade degli Dei, la prima delle esposizioni che la Biennale, organizzata dal Ministero degli Esteri, dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e da Roma Capitale, porterà nella città eterna fino a febbraio 2012. Sulla superficie del rotolo di seta dipinto sono raffigurati i luoghi più celebri di quella complessa rete di itinerari nota come “Vie delle Seta”, che andavano dalla provincia cinese nord occidentale del Gansu fino al Mar Rosso. Appartenuta agli imperatori cinesi della dinastia dei Ming, la mappa è stata ritrovata dopo secoli in un tempio buddista giapponese e riacquistata, all’inizio del 2000, dalla Cina da cui, per la prima volta, uscirà per poter essere ammirata alle Terme di Diocleziano che, per l’occasione, riaprono alcune delle sale chiuse da tempo. Tante altre le iniziative che andranno a comporre la programmazione della Biennale internazionale di Cultura, come le undici mostre realizzate in collaborazione con l’Armenia, la Cina, la Corea, la Georgia, l’India, la Turchia. E ancora, dibattiti, conferenze internazionali sui temi della geopolitica e della cooperazione culturale.  All’infuori del periodo della Biennale, inoltre, il Palazzo delle Esposizioni di Roma ospiterà, dal 24 novembre 2012 al 25 marzo 2013, la retrospettiva internazionale “La Via della Seta”, per ripercorrere le tappe delle antiche città, attraverso un itinerario espositivo di reperti ed immagini.

Valentina De Simone