Al via ArcheoFest, il primo festival nazionale dedicato all’archeologia

Nasce ArcheoFest, il primo festival nazionale dedicato all’archeologia che, da giugno e fino ad ottobre, animerà la provincia senese con un calendario ricco di eventi. Mostre temporanee, convegni, conferenze, seminari, rappresentazioni teatrali, musicali e cinematografiche legate a temi dell’antichità, ricostruzioni e rievocazioni reali e virtuali, scavi simulati, spazi dedicati alla tecnologia applicata all’archeologia. E ancora  laboratori educativi per adulti e ragazzi sull’arte e sulla vita quotidiana nell’antichità, eventi legati alla storia del cibo e del vino, editoria e promozione del volontariato archeologico che avrà luogo in alcune delle più suggestive località della Val di Chiana e ruoterà intorno al tema dell’acqua nel suo stretto rapporto con il paesaggio, l’abitare, il viaggio, il benessere e il sacro.
Una programmazione densa di appuntamenti per valorizzare, a partire da Chianciano e dalla val di Chiana, i quindici musei civici archeologici della provincia di Siena, riuniti dalla Fondazione Musei Senesi. La mostra “Le Case delle Anime”, aperta al pubblico fino al 16 ottobre, espone tra le altre opere alcuni straordinari esemplari di modelli architettonici dell’antichità. Capanne, case, torri, granai, templi e una moltitudine di altre costruzioni, dalle più semplici e triviali alle più auliche, tutte rinvenute in vari depositi funerari e votivi nel bacino del Mediterraneo, in Mesopotamia e anche in Cina, a testimoniare la forte continuità culturale dal VI millennio a.C. fino ai giorni nostri.
E proprio a Chianciano Terme dall’esperienza dell’ArcheoFest nascerà il nuovo polo archeologico, composto da Museo Civico, Laboratorio di restauro e dagli spazi appena restaurati della Villa e del Giardino Simoneschi, che si pone come centro di interesse nazionale all’interno di un territorio, la Val di Chiana e la provincia di Siena, tra i più ricchi al mondo di testimonianze archeologiche.

Valentina De Simone