Manovra fiscale: attacco interno a Tremonti

Crosetto attacca Tremonti. Le mille critiche al governo Berlusconi non hanno quasi mai toccato il Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, al quale è stato riconosciuto da maggioranza, opposizione ed addirittura a livello internazionale, di aver mantenuto saldo il timone della barca statale, nel tempestoso mare della crisi economica mondiale. Ora però, pare sia arrivato anche il suo turno. Un attacco piuttosto deciso è arrivato da Guido Crosetto,  pidiellino ed attuale sottosegretario alla Difesa, Ministero che fa capo ad Ignazio la Russa. Crosetto fino a due anni fa era responsabile economico di Forza Italia.

Parole pesanti. “le bozze che sono filtrate sulla manovra (fiscale, NDA) –  ha spiegato il  sottosegretario all’Ansa – più che connotate dal punto di vista economico, finanziario e di bilancio andrebbero analizzate da uno psichiatra. E’ evidente che il ministro dell’Economia vuole trovare esclusivamente il modo di far saltare banco e governo”. Qualche settimana fa la polemica tutta politica dettata dall’obiettivamente suggestiva ipotesi che indicava Tremonti premier, al posto di Berlusconi, subito smentita sia dal Ministro che dal leader del Carroccio, Umberto Bossi.

Tremonti non è Dio. Crosetto prosegue, spiegando che il Ministro aveva  promesso un aiuto alla piccola e media impresa, ma in realtà ha flirtato con le grandi banche ed i grandi gruppi”. Poi aggiunge: “visto che è una persona di cultura ed intelligenza non comune, lo dimostri proponendo un progetto serio per il Paese al consiglio dei ministri ed alle Camere”. Laconico il commento riportato dall’Agi: “non ho ancora conosciuto Dio in giro per il mondo… Credo che ognuno abbia un pezzo di verita”. In sostanza, Crosetto parla di proposte non ascoltate se non vengono “dal Ministero dell’Economia”. Lui, che lavora alla Difesa, dice che il suo di Ministero “i sacrifici li ha fatti”, passando da un budget di 4 miliardi ad uno di 1,2 miliardi di euro. E, conclude, “l’unico ministero che non ha subito tagli è il suo”.

A.S.