In Liguria l’Odissea diventa “Un Racconto Mediterraneo”

Dal 30 giugno al 31 agosto l’Odissea ritorna racconto orale con la rilettura libera dei suoi più celebri episodi, grazie a “Un Racconto Mediterraneo”, la manifestazione diretta da Sergio Maifredi, regista ed ideatore del progetto per Teatri Possibili Liguria. Le spiagge e gli storici borghi di tutto il territorio ligure accoglieranno interpreti d’eccezione come Paolo Rossi, Lella Costa, Ascanio Celestini, Corrado d’Elia, che affascineranno il pubblico con le peregrinazioni di Ulisse, muovendosi dalla pagina scritta per avventurarsi verso suggestioni e metafore personali. Si parte domani, dagli scali a mare di Pieve Ligure, con Paolo Rossi e il X libro dell’Odissea, per rivivere con la pungente ironia dell’attore gli incantesimi della Maga Circe. Il 19 luglio a Villa Bombrini, vicino Genova, Corrado D’Elia s’inoltrerà nell’oscuro antro del Ciclope Polifemo per una rilettura originale del famosissimo episodio omerico. Il 30 luglio Lella Costa interpreterà i tormenti e le speranze della fedele Penelope davanti al mare di Albissola Marina, in provincia di Savona. A concludere la rassegna, il prossimo 31 agosto, a Palazzo Tursi a Genova, Ascanio Celestini con la Strage dei Proci, affidando alla sua proverbiale carica espressiva la vendetta di Ulisse contro gli usurpatori. Sempre all’interno della programmazione, Mara Baronti curerà uno speciale incontro dedicato all’infanzia, “L’Odissea dei bambini”. Prima narratrice di fiabe in Italia, la Baronti è avvezza ai palcoscenici e alle scuole di tutto il paese dove, con uno sconfinato magazzino di storie a disposizione, racconta fiabe della tradizione popolare di tutto il mondo, rielaborate personalmente. Un’improvvisazione continua, padroneggiata con grande disinvoltura, che permette all’artista di adattare di volta in volta le sue performance al pubblico che incontra.
«Ho sempre desiderato lavorare sull’Odissea restituendola al racconto, facendone rivivere la sua componente orale – ha spiegato Sergio Maifredi –. Da qui l’idea di affrontarla accanto a grandi interpreti. Attori sì ma anche molto altro, uomini e donne capaci di affascinare, di trascinare, di coinvolgere, di rivelare, di andare oltre la pagina, di staccarla dal foglio bianco. L’Odissea – ha continuato l’ideatore della manifestazione – sarà la prima tappa di un progetto più ampio che ho chiamato  “Spiagge di Parole”: un modo di attraversare ogni anno la Liguria, di spiaggia in spiaggia, facendovi naufragare  le parole dei grandi scrittori che hanno raccontato del mare».

Valentina De Simone