Roma violenta, opposizioni contro Alemanno sulla sicurezza

Roma – Alemanno dopo il grave episodio: “Roma si costituirà parte civile contro aggressori“. Il Pd: “Alemanno patetico“. Consigliera dei Verdi: “Situazione allarmante, qui terra di nessuno“.  Vicesindaco di Roma: “Non si strumentalizzi episodio“. Nella notte aggressioni omofobe, intervengono i carabinieri.

L’episodio – Un altro episodio di violenza a Roma dove un musicista è praticamente in morte cerebrale dopo aver subito un’aggressione.
Rovente la polemica politica, dopo che Alemanno aveva basato tutta la sua campagna elettorale sul tema della sicurezza. Il primo cittadino annuncia: “L’amministrazione di Roma Capitale si costituirà parte civile contro gli aggressori“.
Il tutto mentre stanotte un ragazzo è stato rincorso fuori dal Gay Village al grido di “andate via froci di merda“.

Il Pd contro Alemanno – I deputati del Pd scrivono un documento: “La tragica notizia della morte del giovane musicista aggredito e pestato sabato  notte nelle vie del rione Monti ci colpisce e ci addolora. E questa morte arriva come uno schiaffo ai patetici tentativi del sindaco Alemanno di nascondere a che  punto sia giunta, a Roma, la situazione della sicurezza“. “Lui ancora stamane in una intervista si nasconde dietro fredde statistiche, mentre la gravità degli episodi, l’emergere di delitti sempre più gratuiti e violenti, il clima sempre più aspro che si respira nella capitale ci dicono che la situazione della sicurezza è ormai fuori controllo. Alemanno dovrebbe almeno ammettere che è il tessuto civile della città che è messo in crisi”. “A questa lesione della convivenza occorre certo rispondere con una severa repressione dei reati, ma bisogna anche coinvolgere i cittadini,  mobilitarne il senso civico e di appartenenza alla comunità. Ma Alemanno e la destra sanno  solo agitare paure a fini elettorali: quando si tratta di affrontare i problemi dimostrano di non avere la capacità e neppure gli strumenti per farlo. Il dramma è che a pagare questa inettitudine sono i cittadini“.
Mentre Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale, punta invece sulla rapidità delle indagini: “L’arresto dimostra l’efficienza professionale e la grande capacità investigativa del corpo di polizia locale. Resta opportuna una riflessione su quanto avviene durante le notti romane della movida“.

Italia dei Valori: “Cosa è diventata Roma” – Vincenzo Maruccio, segretario regionale dell’Italia dei Valori, punta il dito contro la città. “L’episodio è l’immagine drammatica di ciò che è diventata la Capitale. Un luogo dove dominano esasperazione e violenza, dove si passa velocemente alle vie di fatto e ci si fa giustizia da soli. Una città dove la sicurezza promessa dal sindaco sceriffo Alemanno è scesa invece a livelli minimi e si perde la vita anche per una serata passata tra amici.”

Matteo Oliviero