“Traffic Free Festival”: De Gregori tra duetti inediti ed eresie culturali, per l’Unità d’Italia

Festival torinese – Un cast tutto italiano per l’edizione 2011 del Traffic Free Festival – dal 5 al 10 luglio a Torino, in Piazza San Carlo e altri luoghi in centro città – che in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia raccoglie la sfida di rappresentare 40 anni e più di musica nazionale. La particolarità di questa edizione saranno le collaborazioni inedite e in esclusiva per il festival fra gli artisti coinvolti: cosa c’è di più coerente che la varietà artistica per celebrare un paese per secoli sminuzzato, diviso e – ancora oggi – non omogeneo, ma culturalmente vivo? Il desiderio di un’unità reale e non solo nominale è incarnato perfettamente dagli artisti, che si cimenteranno in duetti di alto prestigio, nonostante lel grosse differenze di estrazione che caratterizzano ognuno di loro.
Così giovedì 7 luglio De Gregori duetterà con Cristina Donà e Vasco Brondi per una più che attuale Viva l’Italia, mentre venerdì 8 sarà Edoardo Bennato a incrociare gli strumenti coi Tre Allegri Ragazzi Morti in una versione speciale di Rinnegato. Sabato 9 luglio, invece, la PFM suonerà insieme ai Verdena il brano Maestro della Voce, un tributo a Demetrio Stratos, di cui vestirà i panni la sera successiva Manuel Agnelli degli Afterhours, intonando con gli Area il classico Gioia e Rivoluzione.

Traffic per tradizione non è solo musica e quest’anno vuole raccontare, attraverso proiezioni di film e documentari, incontri dedicati ad alcune eresie culturali, da Re Nudo a Frigidaire, e l’esposizione di opere di artisti come Mario Schifano e Andrea Pazienza. Un’altra Italia – anzi, l’altra Italia –  di cui è necessario avere memoria in questo momento storico del nostro Paese.
Potete leggere l’intero programma del più grande festival gratuito italiano, cliccando qui.

Roberto Del Bove