F1, Vettel e Red Bull al centro dell’attenzione

F1, la fama e il successo – Dominare così nettamente un campionato del mondo di Formula uno è roba rara. Pochissime squadre sono riuscite a imporsi con forza nel massimo campionato automobilistiche attirando su di sé tutte le attenzioni possibili, sia positive che negative. Non bisogna stupirsi quindi se in questo particolare momento della stagione gli occhi sono puntati sulla Red Bull, capace di conquistare una impressionante serie di vittorie e pole sia grazie ad una vetture performante sia grazie ad un Sebastian Vettel in forma smagliante. Ed è proprio il biondo pilota tedesco il nome più gettonato all’interno del paddock, la vera star del circus chiamato e voluto da tutti.

Vettel è felice – La domanda più frequente è ovviamente quella legata al suo futuro, visti i suoi non tanto nascosti desideri di vestire un giorno una tuta rossa o argento: “La Ferrari e la Mercedes sono una leggenda, ma ora non penso alle leggende. Mi sento completamente felice alla Red Bull Felicità strettamente correlata ai risultati in pista: “In qualunque team vincere delle gare non è facile; tantomeno vincere campionati. Quel che è importante per me è che quando torno dal circuito e mi guardo allo specchio della mia camera d’albergo, voglio essere in grado di dire, ‘si, sono io e sono soddisfatto di quel che vedo‘” Per ora sta andando tutto perfettamente. L’alchimia tra lui e la struttura austriaca regala gioie e soddisfazione, per cui il detto “squadra che vince non si cambia” è quanto mai azzeccato.

Red Bull preparata – Oltre però al prossimo campione del mondo, anche il team del toro è sotto osservazione visto che, dalla prossima gara a Silverstone in poi, i famosi scarichi soffiati perenni non potranno più essere utilizzati. Cambiamento voluto dalla FIA in grado di complicare non poco la vita alle lattine blu, eppure il clima pare essere dei più tranquilli: ” Ci aspettiamo di perdere circa 0,5 secondi al giro senza il diffusore soffiato”, ha ammesso Helmut Marko, il portavoce del team: “Tuttavia, abbiamo fatto i preparativi per pareggiare questo in termini di set-up e con gli aggiornamenti aerodinamici. Siamo ottimisti sul fatto che manterremo il nostro livello di prestazioni” In cantiere è già pronta una serie di innovazioni in grado di compensare la perdita di carico, impedendo ai rivali di spodestare il loro trono. Almeno per ora.

Riccardo Cangini