Calciomercato Lecce: Miccoli chiude ogni possibilità. Per Mesbah niente scambi con il Parma

Calciomercato Lecce – In un’intervista rilasciata a Sky Sport il capitano del Palermo Fabrizio Miccoli si è dichiarato disponibile a restare in rosanero, seppure a determinate condizioni. Miccoli ha inoltre chiarito la propria posizione nei confronti del Lecce, squadra per cui ha sempre tifato e a cui il nome dell’ex attaccante di Perugia e Juventus è stato spesso accostato. “Ad ogni sessione di mercato il mio nome viene accostato al Lecce, ma poi non se ne fa mai niente quindi c’è qualcosa che non va, vuol dire che non è un interesse concreto. Ad esempio quando sono andato al Benfica ho chiesto al presidente del Lecce Semeraro di prendermi. I portoghesi hanno pagato il prestito 900.000 euro, non penso che Semeraro non avrebbe potuto pagare questa cifra. A gennaio mi è stato chiesto se volevo andare a Lecce in prestito per sei mesi. Ma secondo loro io posso mai andare dal mio presidente, da Zamparini, l’unico che ha creduto in me dopo il Benfica, a dire di mandarmi in prestito a Lecce? Per di più essendo il simbolo e il capitano del Palermo? Per la prima volta dopo tanti anni a Lecce è arrivato un direttore sportivo che ha detto le cose come stanno. Io sono solo tifoso del Lecce e forse è anche un bene non giocare lì. Ormai mi sono messo l’anima in pace da 15 anni a questa parte. È tutta colpa mia, sono attaccato a Lecce, alla squadra e alla gente del Salento, le mie emozioni dovevo tenerle per me, ho sbagliato. D’ora in poi non le esternerò più”.

Mesbah al Parma solo per soldi – Miccoli non verrà e probabilmente Mesbah se ne andrà. Il centrocampista algerino, in forza ai salentini dal 2009, è ricercato da molte squadre di serie A. Tra le tante il Parma è la compagine maggiormente accreditata per assicurarsi l’ex giocatore di Basilea e Avellino. “Un giocatore interessante – ha dichiarato il presidente gialloblu Ghirardima non credo che stiamo per chiudere: abbiamo valutato le richieste del Lecce e la possibilità di scambi, vedremo nelle prossime settimane tenendo conto che i rapporti sono ottimi”. Ad ogni modo se l’affare si farà non sarà grazie a contropartite tecniche; infatti il presidente leccese Semeraro ha rifiutato sia Paci che Pisano che Coppola, chiedendo esclusivamente un conguaglio in denaro di circa 2,5 milioni di euro. Le due parti si rincontreranno nei prossimi giorni, ma la trattativa sembra essere in dirittura d’arrivo.

Marco Valerio