Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Sarah, chiuse le indagini: Michele non ha ucciso, burattino in mani altrui

CONDIVIDI

Quindici avvisi di garanzia. E’ questo il sunto delle indagini condotte dagli inquirenti che indagano sull’omicidio di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana uccisa il 26 agosto 2010.
Tra gli indagati ci sono anche due persone che vivono a Parma: sono parenti di Giovanni Buccolieri, il fioraio giunto sulle prime pagine dei giornali per aver prima raccontato di aver assistito al sequestro della vittima da parte di Cosima Serrano e Sabrina Misseri e poi aver ritrattato il tutto sostenendo che si fosse trattato solo di un sogno.
Gli altri indagati a diverso titolo sono: Michele Misseri, 57 anni, Cosima Serrano, 56 anni, Sabrina Misseri, 23 anni, Carmine Misseri, 55 anni, Cosimo Cosma, 43 anni, Gianluca Mongelli, avvocato di 38 anni, Vito J. Russo, avvocato di 38 anni, Emilia Velletri, avvocato di 41 anni, tutti di Taranto, gli ultimi due ex legali di Sabrina, Giovanni Buccolieri di 40 anni, Anna Scredo, 39 anni, Antonio Colazzo, 39 anni, cognati del fioraio e residenti a Parma, Cosima Prudenzano, 50 anni, suocera del fioraio, Francesco De Cristofaro, 45 anni, avvocato romano di Michele Misseri, Giuseppe Nigro, 37 anni, amico del fioraio, e Michele Galasso, 36 anni, parente del fioraio, entrambi di Avetrana.

Misseri non ha ucciso – A spiccare tra gli avvisi di garanzia, però, è quello a carico di Michele Misseri, lo zio per mesi considerato un mostro, e che invece oggi, dopo essere stato da settimane scarcerato, non è più accusato di omicidio: per lui le accuse sono di soppressione di cadavere, danneggiamento – per aver distrutto lo zaino e i vestiti di Sarah – e di furto per essersi appropriato del cellulare della vittima, telefono poi fatto ritrovare parzialmente bruciato.
Con questa decisione gli inquirenti hanno definitivamente stabilito che a uccidere, almeno secondo l’accusa, furono la zia Cosima e la cugina Sabrina. Nonostante le ripetute autoaccuse di Michele, lo zio sarebbe stato soltanto uno strumento in mano delle due donne di casa Misseri.

S. O.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore