Rivelazioni choc di Aaron Carter: “Michael Jackson mi dava cocaina”

Aaron Carter e Michael Jackson– “Michael mi ha offerto del vino. Avrei anche potuto rifiutare, ma avevo 15 anni, dopotutto. Per quanto riguarda le droghe, mi ha fatto provare la cocaina”. Questa la dichiarazione del cantante pop statunitense Aaron Carter pubblicate su un magazine americano. E si alza in questo modo un nuovo polverone sul nome di Michael Jackson. Il ragazzo, che ha iniziato la sua carriera di cantante seguendo le orme del fratello maggiore Nick, la voce dal caschetto biondo dei Backstreet Boys, ha rilasciato l’intervista a “Ok! Magazine” e subito si è scatenato un accesissimo dibattito. Soprattutto, sostengono i fan di Michael, perché queste dichiarazioni arrivano solo adesso, a due anni dalla morte dell’artista, quando questo non può avere diritto di replica.

Strategia–  E c’è chi già parla di strategia pubblicitaria. Aaron Carter, infatti, proprio in questi giorni è alle prese con la prossima pubblicazione del suo nuovo album e non mancano le voci di una sua eventuale mossa volta alla promozione del cd. Le accuse più dure arrivano proprio dai fan di Michael i quali, sostengono, che il ragazzo stia infangando il nome del re del pop perchè solo con le sue forze non è mai riuscito a sfondare nel mondo della musica.

Smentita– In realtà il bel biondino, poco dopo la pubblicazione dell’intervista, ha già provveduto ad una smentita, sostenendo che le sue parole siano state manipolate dai giornalisti che hanno approfittato delle sue parole per creare un nuovo scandalo. A scagionare Carter il video dell’intervista, dal quale risulta palese che il 23enne non ha mai sostenuto niente del genere.  Evidente, invece, il suo affetto per il cantante defunto. Nell’intervista dichiara: “Mi manca” e poi aggiunge “Ho passato un periodo così incredibile con lui. Con lui ho fatto cose che non ho fatto con nessun altro“.

Maria Serena Ranieri