Moto2, Italia: meritata vittoria di Marquez. Bene De Angelis e Iannone

Moto2, Gp Italia – Dopo Assen, Marc Marquez conquista con il suo indiscutibile talento anche il Mugello mettendo in piedi una gara di altissimo livello, condita da sorpassi e giri veloci. Lo spagnolo ha dovuto faticare molto per conquistare un’altra preziosa vittoria, regolando gli animi incandescenti di Bradl e Smith, sempre insieme a lui e più di una volta i grado di superarlo e tentare a loro volta la fuga. Marc questa volta è stato molto attento riuscendo a dosare velocità e testa, sino ad un ultimo giro davvero tirato con tanto di sorpassi cattivi e rischiosi, momenti chiave dell’intera corsa visto che da lì in poi non ha più mollato la testa della gara. Con ancora un goccia di esperienza in più Marquez ha davvero tutte le carte in regola per conquistare in secondo iride della carriera, affacciandosi al mondo della MotoGP con tutte le carte in regola.

Gara combattuta – Da sottolineare il carattere del secondo classificato Stefan, oramai leader indiscusso nella classifica piloti eppure sempre pronto a trarre il massimo da ogni appuntamento iridato. Anche qui in Italia il tedesco ha cercato la vittoria sino all’ultimo metro, segnando addirittura il giro più veloce costringendo Bradly Smith ad accodarsi in terza piazza. Una corsa davvero intensa che rende onore alla categoria Moto2, in continua crescita e sempre spettacolare in ogni condizione, sia grazie ad un regolamento tecnico particolare che ai tanti purissimi talenti presenti in griglia. La stagione 2011 oramai è davvero nelle mani di un solo pilota, ma ogni appuntamento iridato è storia a sè, piena di emozioni e colpi di scena.

Classifica – Sul fronte dei piloti nostrani la situazione migliora leggermente grazie alla prestazioni di Alex de Angelis e Andrea Iannone. Il sammarinese è stato abile a sfruttare la seconda piazza conquistata nelle qualifiche, rimanendo assieme al gruppetto di testa per buona parte della gara ma non andando oltre il quarto posto, risultato che da morale a tutta la squadra. Fa piacere rivedere davanti anche Andrea, vero campione nel recuperare tutto il grande distacco dai primi con giri record, per poi doversi arrendere sul finale causa un maggior consumo dei pneumatici. Finirà quinto. Speriamo che questo sia per loro un nuovo inizio visto le eccessive difficoltà riscontrate nelle scorse gare. A seguire la classifica finale:01)Marc Marquez 02)Stefan Bradl 03)Bradley Smith 04)Alex De Angelis 05)Andrea Iannone 06)Thomas Luthi 07)Simone Corsi 08)Max Neukirchner 09)Aleix Espargaro 10)Kenan Sofuoglu 11)Dominique Aegerter 12)Xavier Simeon 13)Randy Krummenacher 14)Yuki Takahashi 15)Jules Cluzel 16)Tito Rabat 17)Mika Kallio 18)Valentin Debise 19)Jordi Torres 20)Mattia Pasini 21)Anthony West 22)Ricky Cardus 23)Claudio Corti

Riccardo Cangini