MotoGP, Italia: vittoria strepitosa di Lorenzo. Sesto Rossi

MotoGP, Gp ItaliaStoner a metà gara era già lontano, veloce, crudele con la moto, come sempre imprendibile e dominatore. Pareva che il copione fosse già scritto, il risultato tristemente deciso in barba alle emozioni e spettacolo in pista. Ed invece ancora una volta il Mugello sorprende, tutto grazie ad un incredibile Jorge Lorenzo in grado non solo di reggere il passo delle fortissime Honda, ma addirittura dare vita ad un entusiasmante recupero ai danni del centauro australiano, sino al clamoroso sorpasso ad otto giri dalla fine con conseguente cavalcata verso la seconda vittoria stagionale. Risultato impensabile visto il distacco preso nelle qualifiche, eppure è successo regalando al team Yamaha una gioia inattesa con il mondiale che, clamorosamente, ridiventa possibile.

Mondiale riaperto? – Per la prima volta infatti la casa dei tre diapason è riuscita a battere la RC212V a parità di condizione, senza cadute o ritiri particolari bensì a suon di giri veloci. Inoltre Stoner non è apparso imbattibile, preceduto anche dal compagno di squadra Andrea Dovizioso, bellissimo secondo dopo una gara solidissima ed impostata con grinta nel momento più delicato. Il posto nella Honda ufficiale se lo sta davvero guadagnando. Stoner quindi si arrende alla terza piazza, ma anche peggio fa Simoncelli, quinto nonostante nelle varie sessioni sia sempre stato in testa. Inspiegabilmente Marco non è mai riuscito ad essere incisivo, subendo il sorpasso di Ben Spies proprio nel giro finale segno che qualcosa è clamorosamente mancato nel set-up e feeling con la moto.

ClassificaRossi invece ha dovuto fare la parte del comprimario, chiudendo in sesta posizione dopo una partenza orribile che lo vedeva tristemente nelle ultime posizioni. Valentino ha cominciato pian piano a guadagnare posizioni, con tanto di duello con un combattivo Hector Barbera. Alla fine il campione di Tavullia è ancora una volta il migliore delle Ducati, ma il distacco dai primi rimane davvero profondo. Non bene neanche l’altro pilota ufficiale Hayden, undicesimo con tanto di lungo nei primi giri della corsa. Certamente il team italiano sta lavorando duramente per tornare davanti, rinnovando la fiducia ad un Vale che deve ritrovare lo smalto dei giorni migliori. Segue la classifica finale:01)Jorge Lorenzo 02)Andrea Dovizioso 03)Casey Stoner 04)Ben Spies 05)Marco Simoncelli 06)Valentino Rossi 07)Hector Barbera 08)Dani Pedrosa 09)Colin Edwards 10)Nicky Hayden 11)Hiroshi Aoyama 12)Karel Abraham 13)Alvaro Bautista 14)Randy De Puniet 15)Toni Elias

Riccardo Cangini