Alfonso Papa: Sono innocente e voglio anch’io un partito degli onesti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:17

Giorni difficili per il parlamentare Alfonso Papa. Su di lui pende una richiesta d’arresto avanzata dai pm di Napoli che stanno indagando sulla cosiddetta P4 e sulla quale la giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera dovrà esprimersi tra due giorni. Un’ansia che il pidiellino riesce a dissimulare bene, affermando di essere sereno e, ovviamente, certo della sua innocenza. “Su di me è stata scritta una montagna di menzogne“, ha scandito in un’intervista a Il Corriere della Sera. E sul “partito degli onesti” invocato dal nuovo segretario del Pdl, Angelino Alfano: “Sottoscrivo ogni parola”, ha chiosato Papa.

Il massacro mediatico – “In tutti questi giorni ho taciuto, mi sono imposto un riserbo doveroso, anzi direi addirittura inevitabile per chi, come il sottoscritto, non è solo un uomo politico ma anche un magistrato. Tra l’altro sono stati giorni terribili, sono stato vittima di un massacro mediatico e su di me è stata scritta una montagna di menzogne“. Così Alfonso Papa, il parlamentare accusato dai pm di Napoli di aver “fiancheggiato” il faccendiere Luigi Bisignani nella tessitura della sua ragnatela relazionale ai limiti della legalità, in un’intervista a Il Corriere della Sera, ha oggi ribaltato l’angolo prospettico sull’inchiesta P4.

L’appello alla Lega – Tra due giorni la giunta per le autorizzazioni a procedere di Montecitorio si esprimerà sulla richiesta d’arresto inoltrata dalla Procura di Napoli e il sentore è che per il pidiellino le cose possano mettersi male. “Mercoledì prossimo, innanzi alla giunta, avrò finalmente la possibilità di ristabilire la verità – ha detto Papa – Io sono sereno perché in questa tragica vicenda sono la vittima“. E all’intervistatore che gli ha ricordato come Umberto Bossi abbia lasciato presagire che i leghisti voteranno a favore della sua richiesta di arresto: “Vede – ha risposto il magistrato – io alla Lega e a tutti gli altri non chiedo alcuna difesa di casta. Io chiedo soltanto di essere ascoltato. Poi spero che tutte le mie parole siano verificate. A quel punto, quando tutto questo sarà accaduto – ha precisato il parlamentare – tutti potranno agire e votare secondo coscienza”.

Per un partito degli onesti – E l’auspicio del neo segretario del Pdl, Angelino Alfano, a costruire un “partito degli onesti”? “Mi ritengo una persona onesta e perbene – ha risposto fermo Alfonso Papa – e per questo applaudo e sottoscrivo ogni parola di Angelino”.

Maria Saporito