Lodo Mondadori: una norma potrebbe bloccare il risarcimento

Lodo Mondadori. Nella manovra economica che ha goduto anche dei giudizi positivi dell’OCSE, sarebbe contenuta la bozza di una norma che imporrebbe uno stop ai mega-risarcimenti. 10 milioni in Primo grado e 20 in Appello sarebbero i limiti oltre i quali i trasferimenti di denaro verrebbero impediti, fino al giudizio definitovo della Cassazione. L’ipotesi che una norma simile potesse riguardare il Lodo Mondadori ci ha messo non più di qualche secondo a prendere corpo. La sentenza d’Appello, che dovrebbe arrivare a giorni, forse già il 9 luglio, potrebbe condannare la Fininvest a risarcire la Cir, con l’astronomica cifra di 750 milioni di euro. La norma contenuta nella manovra economica, spiega la capogruppo PD  nella commissione Giustizia della Camera, Donatella Ferranti, è “nascosta alla fine dell’articolo 37” e modificherebbe “l’articolo 373 del codice di procedura civile”, in cui si legge che “il ricorso per Cassazione non sospende la esecuzione della sentenza”.

Ira dell’opposizione. Un coro unanime di critiche è venuto dalle opposizioni. Il Segretario PD, Pierluigi Bersani ha sentenziato che  se la norma fosse vera sarebbe “un insulto al Parlamento”. Anna Finocchiaro ha parlato di “norma criminogena”, espressione ripresa dal leader dell’IDV, Antonio Di Pietro che si è chiesto come si possa “approfittare in questo modo delle istituzioni” aggiungendo che “un giudice accorto dovrebbe disapplicare questa disposizione perche’ palesemente immorale e incostituzionale”. Moltissime, data l’attuale mancanza di conferme ufficiali, anche le richieste di smentita.

Il testo contenuto nella bozza. Il testo, seconco quanto riporta la Reuters, così come inviato al Quirinale recita che “la sospensione prevista dal presente comma è in ogni caso concessa per condanne di ammontare superiore a venti milioni di euro se la parte istante presta idonea cauzione”. L’Ing. Carlo De Benedetti, parte in causa e destinatario dell’eventuale risarcimento tramite la Cir, si è limitato a commentare con laconico “ho sentito”.

A.S.