Su Canale 5, al via da domani, 5 luglio 2011, in prima serata la serie tv “Parenthood”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:52

Da domani su Canale 5, la serie tv “Parenthood”. In prima serata, ogni martedì, da domani 5 luglio, l’ammiraglia di casa Mediaset, Canale 5, presenta “Parenthood” con Lauren Graham, prodotto da Ron Howard e Brian Grazer. In anteprima assoluta su Canale 5 la serie tv “Parenthood” che debutta in prima serata, dal 5 luglio 2011 (il primo passaggio è stato su Joi, il canale pay del digitale terrestre Mediaset, il 16 dicembre 2010).

‘Parenthood’ il family drama – “Parenthood ” è un family drama trasmesso dalla NBC che nella puntata di lancio in America ha riunito circa 9 milioni di telespettatori conquistando il 9% di share sul target di riferimento 18-49 anni. In un periodo in cui i set di diverse serie tv sono stati fermati alla prima stagione, i dati d’ascolto di Parenthood sono controtendenza e incoraggianti anche perché, negli States, si sta già pensando alla data di messa in onda della seconda stagione. Il successo della serie è dovuto anche alla presenza nel cast di Lauren Graham, conosciuta per la sua interpretazione, sempre sopra le righe, di Lorelai Gilmore nella serie tv “Una mamma per amica”. Lo show è prodotto da Ron Howard e Brian Grazer, praticamente una garanzia. Infatti, chi meglio di Richie Cunningham di Happy Days può parlare di famiglia?

La numerosa famiglia Braverman – “Parenthood” narra le vicende della numerosa famiglia Braverman, composta da Zeek (Craig T. Nelson) e Camille (Bonnie Bedelia), due simpatici anziani di circa 70 anni, e i loro quattro figli che, ormai adulti, hanno messo su casa. La serie si apre con il ritorno di Sarah Braverman (Lauren Graham), madre single di due figli con gravi problemi economici, nella casa dei genitori, Zeek e Camille. Qui ritrova tutti i suoi fratelli: Julia (Erika Christensen), donna in carriera sommersa dal lavoro che non riesce a trovare un po’ di tempo da passare con sua figlia, Crosby (Dax Shepard), il fratello più piccolo, che odia le responsabilità ed entra in crisi quando scopre di avere un figlio di cinque anni e, infine, Adam (Peter Krause), il più grande dei quattro, in apparenza il perfetto padre di famiglia che deve fare i conti con un figlio malato di autismo.

Maria Luisa L. Fortuna