F1, nessun ritiro per Barrichello: “Rinnovo con Williams”

F1, Barrichello continua – Dopo una annata così difficile sino ad ora vissuta nelle retrovie, molti vedevano il 2012 come l’anno d’addio del veterano Barrichello, oramai appagato data la sua comunque intensa carriera e poco propenso a vivere gli scarsi risultati del team Williams. Ed invece, in una intervista ad Autosport, Rubens smentisce categoricamente queste voci dimostrando vera grinta e passione: “La mia intenzione è sempre stata quella di continuare a correre anche l’anno prossimo e magari oltre. Tutti quanto possono vedere che sto dando sempre il massimo. Mi sto tenendo in forma e continuo a mettere pressione al team per spingerlo al limite. La macchina di quest’anno non è buonissima, ma ho sempre mantenuto alte le mie motivazioni. La squadra sa bene che le sto dando ancora il massimo”

Rinnovo con Williams – La macchina FW33 della scuderia inglese sta tradendo le aspettative, eppure il brasiliano non per questo ha perso quel gusto di guidare e di mettere alla prova mente e fisico. Una condizione davvero unica se si considera che oramai è vicino alla soglia dei quarant’anni, eppure di appendere il casco al chiodo non se ne vuole proprio parale. Ovviamente Rubens è fermamente intenzionato a rinnovare di un’altro anno l’accordo con il suo attuale team: “Ora più che mai sono convinto che voglio continuare a correre anche nella prossima stagione e che spero di farlo con questi ragazziE’ bello vedere che tutte queste novità (arrivi di tecnici e cambio motorizzazione) stanno portando una ventata di ottimismo nel box”.

Mercato chiuso? – E forse proprio la decisa rivoluzione che sta avvenendo dentro le mura di Grove è stata l’ingrediente fondamentale per riaccendere la passione e speranza. Sia Adam Parr che Sir Frank sarebbero: “Molto felici di tenerlo con noi anche il prossimo anno” condizione che potrebbe velocizzare e di molto la firma del contratto, chiudendo con lauto anticipo la questione mercato. Resta da vedere la posizione del secondo pilota Pastor Maldonado ma, molto probabilmente, anche lui non cambierà casacca visti i pochi posti disponibili nel circus e soprattutto l’importanza del suo sponsor PDVSA per le casse della Williams. Vedremo se dall’anno venturo in poi la situazione si evolverà solo in meglio, ridando finalmente un po’ di luce dopo troppi anni passati nel buoi più cupo della crisi.

Riccardo Cangini