Checco Zalone: “Il prossimo film? Niente Berlusconi, attacco l’alta finanza”

Dichiarazioni del comico – Dopo essere partito in sordina con un film autobiografico come Cado dalle nubi, e dopo aver alzato il tiro facendo satira sui terroristi e Facebook in Che bella giornata, Luca Medici, in arte Checco Zalone, per il prossimo film punta davvero in alto. “Ci piacerebbe colpire il mondo della ricchezza, dell’opulenza e della finanza”, ha dichiarato l’attore-comico-musicista a Riccione, dove si trovava per ritirare (insieme al regista Gennaro Nunziante, che ha diretto entrambi i suoi film) il “premio della Commedia italiana”, in occasione delle Giornate Professionali del Cinema. Secondo alcune indiscrezioni, il prossimo lavoro di Zalone e Nunziante parlerà di un giovane ragazzo che sogna di diventare un imprenditore di successo: la trama ideale, insomma, per sferrare potenziali attacchi a banche, Borse e dintorni. Sempre all’insegna dell’ironia, ovviamente,

E un film su Berlusconi? Possibile che Zalone non ci abbia pensato? A dire il vero sì; il premier dopotutto si presta perfettamente a quella satira dell’uomo medio italico, che ha reso il comico pugliese famoso in tutto lo stivale. C’è solo un problema: “nel cinema i tempi sono cosi’ lunghi – ha dichiarato – che ad esempio se sfotti Berlusconi che si e’ trombata una, fin quando esce il film se ne e’ trombate 12“. Insomma, difficile stare al passo con i ritmi del premier. L’attore intanto, mentre butta giù le idee per il prossimo film, non se ne sta con le mani in mano: il 14 settembre partirà con il suo nuovo tour teatrale dal titolo autoironico “Resto Umile World Tour” (previste circa venti date). Dallo spettacolo itinerante – secondo quanto riportato dal sito lanostratv.it – dovrebbero poi essere tratte due puntate per la televisione, precisamente per Canale 5 , che manderà in onda due speciali ad hoc per il piccolo schermo.

Roberto Del Bove